Recensione Oukitel K10000 Pro, un Vertu low cost per dimenticare il caricabatteria

Se vi piacciono gli smartphone Vertu, ma volete spendere meno di 200 euro, Oukitel K10000 Pro è il terminale per voi. Grazie alla mega batteria da 10.000 mAh vi farà scordare l’alimentatore a casa

In un mondo di smartphone che fanno a gara per risaltare in estetica e risultare sempre più sottili, Oukitel K10000 Pro prende le distanze, per concentrarsi su altro: la batteria in primis. Se volete dimenticare il caricabatteria a casa durante un weekend fuori porta, allora è lo smartphone che state cercando. Ma non chiedetegli di essere bello.

La prima cosa che risalta di questo Oukitel K10000 Pro sono certamente le dimensioni mostruose. Dimenticate smartphone sottili e leggeri, belli a vedersi: inutile girarci intorno, lo smartphone in prova non fa del fattore estetico la sua migliore caratteristica. O meglio, non risponde ai canoni odierni che puntano sempre più ad un look minimale. Con una batteria integrata monstre da ben 10.000 mAh (sì, diecimila!) impossibile aspettarsi dimensioni contenute: Oukitel K10000 Pro ha dimensioni pari a 161,7 x 77,8 x 14 millimetri di spessore (sì, è spesso 1,4 cm) con un peso di 288 grammi. Sembra quasi di avere tra le mani una importante powerbank, ed è difficile “nasconderlo” in tasca.

OUKITEL k10000 pro

Questo, però, è il “peso” da pagare per avere uno smartphone che assicuri un’autonomia vecchio stile, con oltre 10 ore di schermo acceso e diversi giorni di utilizzo. A livello estetico il terminale ricorda molto la linea dei costosissimi Vertu, con un taglio molto simile, cornici in metallo evidente con viti che affiorano dalla scocca, pelle di vitello sul retro e un vistosissimo comparto fotocamera con inserti in metallo e viti sempre a vista, dove si innesta anche un sensore di impronte digitali.

Tasto accensione e volume sul lato sinistro, jack da 3,5mm sulla parte superiore e connettore MicroUSB di ricarica sulla parte inferiore. Sul frontale svetta il display Full HD da 5,5 pollici, con tasti a sfioramento al di fuori dello schermo, con un design particolarmente pesante anche sul frontale, dove svettano sempre inserti metallici.

Il fattore estetico, come già detto, non esalta: o meglio, non vuole avvicinarsi agli standard odierni, fatti di chassis sottili e linee pulite. Anche gli accessori risultano alla vista molto ingombranti, come la custodia in pelle inclusa nel bundle di vendita, piuttosto generosa nelle dimensioni: una vera e propria borsetta, piuttosto che una sleeve per smartphone.

Oukitel K10000 Pro non verrà scelto, allora, per il suo design, bensì per la sua caratteristica principale, ossia la batteria. Come anticipato è da 10.000 mAh, ed assicura un’autonomia superiore alla media di qualsiasi altro smartphone. Con un uso blando saranno diversi i giorni di utilizzo possibili, con oltre 10 ore di schermo acceso. E’ insomma possibile ipotizzare di lasciare il carica batteria a casa durante una gita fuori porta per un intero fine settimana.

E’ questa la caratteristica che fornisce un motivo all’acquisto, dovendo certamente fare i conti con uno spessore certamente evidente, e con un peso che è di certo superiore a qualsiasi altro smartphone disponibile sul mercato. Anche dal lato della ricarica Oukitel K10000 Pro fa miracoli: occorrono meno di tre ore per portare la percentuale al 100%. Può sembrare un tempo di ricarica piuttosto lungo, ma così non è: basti pensare che powerbank con la stessa riserva energetica impiegano oltre 10 ore a ricaricarsi completamente.

Oukitel K10000 Pro

La scheda tecnica del terminale non grida certo al miracolo. Oukitel K10000 Pro si basa su un processore Mediatek MT6750 Octa Core a 1,5 GHz, GPU Mali T860, 3 GB di RAM, 32 GB di memoria interna espandibile via Micro SD fino a 64 GB, connettività Dual Sim, LTE con banda B20, fotocamera frontale da 5 megapixel e posteriore da 13 megapixel, condito da un versante software di ultima generazione, Android 7.0 Nougat, frustrato però dalle classiche personalizzazioni grafiche MediaTek che risultano assolutamente preistoriche.

Senza badare troppo ai numeri, Oukitel K10000 Pro si usa bene e nel quotidiano non dà particolari segnali di lag, né di rallentamenti vari. Si usa tutto l’ecosistema Android senza alcuna limitazione, si naviga bene in rete, si gestisce in modo fluido tutta la messaggistica istantanea, mail incluse. Nel complesso, dietro le sembianze gigantesche, ci si trova in mano un terminale ben utilizzabile. Peccato, come accennato, alle personalizzazioni di MediaTek, che rendono vecchio anche il nuovo Android 7.0. Se i menu di Android Nougat sono moderni, alcune app installate, come la galleria, il calendario, e altre ancora, risultano appartenere a un’epoca troppo risalente. Ed allora, sarà il caso di mettere mano al Play Store per scaricare tutte le applicazioni più moderne: è un’operazione semplicissima, ma avere installate di sistema app così vecchie, su un terminale del 2017 stona non poco.

Standard il funzionamento del sensore di impronte digitali posto sul retro: non il peggiore mai visto in un terminale cinese, ma di certo non il più affidabile. Non si raggiunge particolarmente bene, per via dello spessore da 1,4 cm, e sblocca il terminale 7 volte su 10.

Multimedia

Da un terminale che fa della batteria la sua caratteristica principale ci si aspettava un reparto fotografico pessimo, o quasi. Non è così. Di certo le foto non sono paragonabili agli attuali top di gamma, e nemmeno a medio gamma di qualità, ma nel complesso Oukitel K10000 Pro scatta foto apprezzabili, ma solo in condizioni di luce ottimali. Si tratta di scatti sufficienti, con colori fedeli e brillanti, anche se il sensore posteriore sembra soffrire particolarmente la luce del sole. Anche il sensore anteriore da 5 MP offre selfie sufficienti: nulla di particolarmente qualitativo, ma meglio di molti altri terminali cinesi dello stesso prezzo.

Batteria

Il vero pezzo forte del terminale è naturalmente, la batteria da 10.000 mAh. Durante le nostre prove siamo riusciti a scaricarlo in un giorno e mezzo, ma mettendoci tutto il nostro impegno e utilizzando lo smartphone come vera e propria console da gioco, oltre che a sfruttarlo per parecchie ore come router hotspot e navigatore GPS. Con un utilizzo normale, invece, è possibile superare in tranquillità anche due giorni di utilizzo.

Conclusioni

Non bello, non rispetta i canoni minimali imposti dall’era moderna. Non sottile, né leggero, né trasportabile in una tasca dei pantaloni. Oukitel K10000 Pro ha dalla sua l’autonomia: è un terminale adatto a chi si allontana da casa spesso nel fine settimana e non vuole portare con sé alcun cavetto per ricaricare la batteria. Si lascia usare ben nel quotidiano, al netto delle dimensioni e del peso, e permette di scattare foto di qualità sufficiente in condizioni di luce ottimali.

Prezzo e disponibilità
Oukitel K10000 Pro si può acquistare su Amazon a circa 180 euro, mentre su GearBest ha un prezzo di 153 euro, direttamente a questo indirizzo.

PRO

  • Autonomia impareggiabile

CONTRO

  • Pesante
  • L’estetica potrebbe non piacere
  • Touch ID solo sufficiente