Proteggi-schermo iPhone 6 e Plus, Macitynet mette alla prova pellicola e vetro temperato di Anker

Macitynet mette alla prova pellicola in PET e vetro temperato di Anker, proteggi-schermo diversi nei materiali, nelle caratteristiche e nelle funzionalità: in plastica per iPhone 6 e per  iPhone 6 Plus e in vetro temperato,per iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

la pellicola applicata su iPhone con schermo acceso
si flette anche se è necessario applicare un po' di forza

Con l’arrivo di iPhone 6 sono arrivate prima le custodie e ora arrivano anche pellicole sia in plastica che in vetro per i nuovi dispositivi Apple.  Si tratta di accessori molto richiesti che in queste ore piovono in redazione come le pellicole Anker per il display da 4,7 pollici di iPhone 6 e per lo schermo da 5,5 pollici di iPhone 6 Plus e quelle in vetro temperato, sempre di Anker, per il display da 4,7 pollici di iPhone 6 e per lo schermo da 5,5 pollici di iPhone 6 Plus.

Pellicole e vetri temperati (questi ultimi in decisa salita nelle preferenze dei clienti) sono preziose soprattutto alla luce del fatto che i nuovi iPhone sembrano essere più delicati dei precedenti  il che potrebbe stimolare ancora più l’interesse all’acquisto, nei confronti del quale si potrebbe essere incerti a fronte del pericolo di vedere ridursi la fluidità del touchscreen ed la resa finale dello schermo. Un rischio che, cominciamo con il dirlo subito, non si corre con le soluzioni proteggi-schermo di Anker che la nostra redazione ha avuto modo di testare nelle scorse settimane.

Nello specifico, come accennato, abbiamo avuto modo di provare due soluzioni ben distinte che, seppur di applicazione e scopo simile, differiscono nei materiali e nella resa finale sul dispositivo.

Una in PET Film trasparente, l’altra in vetro temperato, evitano che il display si graffi e, nel nostro caso, sono state in grado di coprire i due graffi già presenti sul vetro principale. Analizzandole singolarmente con questo articolo così da evidenziarne pregi e difetti di ognuna, cominciamo dalla pellicola in polietilene tereftalato, esteticamente identica alle comuni pellicole.

Recensione proteggi-schermo Anker

Pellicola in PET, com’è fatta

Disponibile nelle versioni per iPhone 6 e iPhone 6 Plus, arriva a casa in due diverse confezioni: quella del primo è in cartoncino plastificato con tanto di illustrazioni, quella per l’iPhone più grande da 5,5 pollici è invece in cartoncino semplice, con le caratteristiche tecniche stampate in nero senza troppa indulgere sullòla presentazione anche se, lo stile minimale ed ecologico, ci ha fatto preferire gli imballaggi di quest’ultima.

Tralasciando questi dettagli che certamente non influiscono sul prodotto finale, all’interno di ciascuna confezione troviamo i medesimi strumenti che permettono un’applicazione precisa e pulita delle pellicole, ben tre per ciascun dispositivo: oltre a queste, Anker include un panno in microfibra per la pulizia del display che, differentemente da altre soluzioni concorrenti, si presenta imbustato e quindi esente da sporco, oltre ad uno sticker adesivo per la rimozione della polvere, un cartoncino per le eventuali bolle che si formano dopo l’applicazione ed il manuale delle istruzioni che mostra, con tanto di illustrazioni, i vari passaggi da eseguire per una corretta applicazione.