Recensione SanDisk Extreme Pro Ultra USB 3.0, la chiavetta con velocità da primato

Macitynet mette alla prova la San Disk Extreme Pro Ultra USB 3.0, una chiavetta ultraveloce da 128 GB che promette prestazioni elevatissime e la possibilità di trasferire grandi quantità di dati in pochi secondi. Ecco come si presenta e i nostri test. In vendita su Amazon in versione 128 Gb a 126 euro, spedizione inclusa

I file diventano sempre più pesanti, le chiavette USB sempre più grandi e avere periferiche più veloci è per molti, specialmente per i professionisti del del video e i fotografi, una necessità assoluta. È a questo mercato che si rivolge la San Disk Extreme Pro Ultra USB 3.0 (in vendita su Amazon a 126 euro) che abbiamo messo alla prova in questi giorni.

San Disk Extreme Pro Ultra, cos’è e com’è fatta
La San Disk Extreme Pro Ultra è una chiavetta USB compatibile 3.0 ad alte prestazioni. Lanciato lo scorso febbraio, questo sistema di archiviazione si distingue per le elevatissime prestazioni e la capacità: SanDisk promette 60 volte la velocità di una USB 2.0, oppure 240MB/s in scrittura and 260MB/s in lettura, su una capacità (taglio unico) di 128 GB. Per queste caratteristiche, si colloca in una fascia di mercato peculiare, quella dei professionisti che vogliono avere in tasca un vero e proprio, o quasi, disco fisso SSD per maneggiare file di grandi dimensioni spostandoli da una macchina all’altra in tempi molto ridotti. Dimensioni e prestazioni sono in effetti quelle di un disco fisso SSD di non troppo tempo fa; rispetto ad un disco, abbiamo un fattore di forma ridotto (anche se la chiavetta non è così piccola come altre concorrenti) e un persino un guscio in alluminio simile a quello di un disco fisso.

La San Disk Extreme Pro Ultra si caratterizza, oltre che per l’alluminio (utile anche a disperdere il calore che si genera quando il dispositivo è in azione), per un profilo molto originale, ovoidale ma schiacciato nella parte superiore e inferiore. Questo rende la chiavetta non troppo ingombrante anche se si tratta di un dispositivo “full size” e lascia piuttosto libere eventuali porte adiacenti.

La chiavetta è priva di cappuccio. SanDisk, saggiamente, ha optato per un connettore retrattile, che viene fatto scorrere all’interno usando un cursore che dà l’impressione di essere molto preciso, grazie al quale possiamo estrarre o retrarre la spina USB (con elemento in plastica blu, il colore dell’USB 3.0).
Complessivamente la sensazione che firnisce la San Disk Extreme Pro Ultra dà l’impressione di essere prodotto ben rifinito, molto solido, curato nei dettagli e nei materiali, come pochi altri tra quelli che ci è capitato di avere tra le mani nel corso degli ultimi anni.

San Disk Extreme Pro Ultra, le prestazioni
Come accennato, la San Disk Extreme Pro Ultra viene annunciata come un prodotto ad alte prestazioni. L’azienda americana promette velocità fino a 60 volte superiori a quelle di una chiavetta USB e presenta anche specifiche molto precise: fino a 240MB/s in scrittura and 260MB/s in lettura, che è una velocità largamente superiore a quella di un ottimo disco a piatti magnetici e di fatto paragonabile con le prestazioni degli SSD di qualche anno fa, il che è assolutamente rilevante se si considera che stiamo parlando di una chiavetta collocata su un bus USB (seppure 3.0). Per verificare le prestazioni abbiamo usato Disk Speed Test di Black Magic, QuickBench e Xbench ricavando dati coerenti e tuttosommato rispondenti alle stime di SanDisk. DiskSpeed Test (usando lo stress test da 1 GB) dichiarata 208,1 MB/s in scrittura e 232,6 MB in lettura. A titolo di confronto un disco USB 2.0 ancora oggi abbastanza attuale come la SanDisk Ultra viene misurata in 7,5 MB/s in scrittura e in 22,4 MB/s in scrittura. Non siamo alle 60 volte meno declamate dal marketing, ma certo la differenza è abissale.

Per avere test più precisi abbiamo usato prima Xbench con il quale abbiamo misurato una media di 143,47 MB/s (157,89 in sequenziale, 131,47 in random). Nell’ancora più preciso e dettagliato test con QuickBench, di cui pubblichiamo qui sotto i grafici, abbiamo ottenuto una media in lettura sequenziale di 145,493 MB/s, 144,051 in scrittura sequenziale. In lettura sequenziale abbiamo misurato una media di 85,370 MB/s e 11,760 in lettura random.

Abbiamo poi svolto alcuni test di “vita reale” per capire che velocità potrebbe avere la chiavetta nell’uso quotidiano e i risultati sono stati molto più interessanti perchè siamo stati in grado di toccare con mano il vantaggio di una chiavetta così veloce: abbiamo copiato dal disco interno del nostro MacBook Retina fine 2013 un film da 1,74 Gb in 8,4 secondi, abbiamo impiegato 2 minuti e 32 secondi per copiare una cartella da 14 Gb con 9680 elementi e abbiamo compresso la stessa cartella in 8 minuti e 42 secondi.

Conclusioni
Anche se è difficile dire se la San Disk Extreme Pro Ultra è la più veloce chiavetta USB 3 sul mercato, certo è davvero molto, molto veloce e si può certamente considerare come un prodotto molto interessante per il mercato dei professionisti del multimedia e dei fotografi. Grazie ad essa si sarà in grado di spostare video di grandi dimensioni oppure migliaia di immagini riducendo drasticamente i tempi di copia. In presenza di questa necessità il supporto di SanDisk, che si presenta anche come ben costruito ed elegante, giustifica largamente il prezzo “premium” richiesto.

Pro
– Prestazioni elevatissime
– Capacità sufficiente a soddisfare esigenze “pro”
– Elegante e ben costruita

Contro
– Prezzo non consumer

La SanDisk Extreme PRO USB 3.0 costa su Amazon 126 euro da un rivenditore del Marketplace, oppure 138 euro da Amazon

Recensione SanDisk Extreme Pro Ultra USB 3.0