Samsung: «Apple ci mostri iPhone 5 e iPad 3»

Samsung chiede ad un giudice californiano di vedere i prototipi dei prossimi iPhone e iPad. «Indispensabili – si legge nella nota consegnata al tribunale – per capire se in futuro Apple ci farà causa anche su questi». Ma la curiosa mossa sembra avere poche possibilità di trovare ascolto dalla corte.

Se Apple vuole vedere i nostri prototipi, noi vogliamo vedere i loro. Questa la nota consegnata dagli avvocati di Samsung al giudice californiano che sta prendendo in esame la causa che oppone i due colossi dell’elettronica di consumo. La vicenda, iniziata qualche settimana fa con un esposto di Cupertino secondo i cui vertici la maggior parte dei dispositivi Android della rivale sarebbero copiati da iPhone e iPad, giunge dunque ad una nuova svolta del tutto inaspettata, sicuramente curiosa e altrettanto certamente dettata dalla precedente mossa con cui Apple aveva, appunto, ottenuto il permesso di acquisire i nuovi Droid Charge, Infuse 4G, Galaxy S II, e Galaxy Tab 10.1 and 8.9 per capire se questi siano in qualche modo “copiati” dai suoi prodotti sul mercato.

La ragione per cui Samsung chiede di vedere, citiamo esplicitamente dal documento legale «iPhone 4S o iPhone 5, qualunque sia il nome della prossima generazione di iPhone» e «iPad 3 o iPad terza generazione» e con essi «la versione finale delle confezioni con cui saranno consegnati ai clienti finali», è originale quanto la richiesta stessa: prepararsi ad una futura ed eventuale causa di Apple. Ancora più originale la motivazione collaterale: Apple, dicono gli avvocati di Samsung, non tiene sul mercato prodotti di precedente generazione quando ha rilasciato i nuovi, quindi saranno questi futuri iPhone e iPad ad costituire il fulcro della causa legale perché saranno in vendita assieme ai dispositivi che Samsung sta preparando in queste settimane e che Apple ha chiesto di vedere.

Come nota ThisIsMyNext.com, che per primo ha diffuso la notizia della richiesta di Samsung, siamo di fronte, molto probabilmente, ad una semplice tattica dilatoria da parte dei coreani che, su un altro fronte, stanno cercando di costringere gli avvocati di Apple allo stallo della causa legale per poi arrivare ad intavolare una trattativa separata ed extragiudiziale per la composizione della querelle. Sembra infatti molto difficile che il giudice possa realmente ordinare ad Apple di mostrare qualche cosa che non ha ancora neppure annunciato e che sulla carta potrebbe anche non esistere solo perché i suoi avvocati hanno chiesto di vedere prototipi della controparte e che si differenziano dai presunti iPhone 5 e iPad 3 per un aspetto essenziale: sono stati annunciati da Samsung e in parte anche mostrati sia in fotografia e che a qualche giornalista anche dal vero. Qualcuno (ome il Galaxy Tab 8.9) non è disponibile sul mercato americano dove è stata lanciata la causa legale, ma è in vendita in altri paesi.

samsung