Guida definitiva: come scegliere le schede di memoria SD, micro SD e altre ancora

Sulle schedine di memoria troviamo una infinità di sigle, valori e velocità. Questa guida ne spiega il significato, oltre a consigli e suggerimenti su come scegliere una schedina SD, micro SD e altre ancora per fotocamere, videocamere e altri dispositivi

Scegliere le schede di memoria per una fotocamera, videocamera o altro dispositivo non è semplice come un tempo. Esistono vari tipi di schede, con velocità, capacità e caratteristiche diverse, apparentemente simili tra loro ma molto diverse quando si vanno ad eseminare parametri quali velocità di lettura/scrittura, resistenza, qualità e condizioni di funzionamento. Sulle confezioni o sulle schede dei vari produttori compaiono molte sigle e con questo articolo cercheremo di fare chiarezza illustrando il loro significato.

Schede Secure Digital (SD, SDHC, SDXC, microSD, microSDHC, microSDXC)
La tecnologia Secure Digital, introdotta nel lontano 2001, deriva dallo standard MMC – MultiMediaCard. Le schede SD sono leggermente più spesse rispetto alle originali schede MMC. Questo significa che i dispositivi progettati per supportare le schede SD, sono in grado di accettare anche le schede MMC – a meno che il dispositivo host non sia strettamente limitato alle schede SD. Oltre alle schede SD standard, i vari produttori da tempo propongono schede SD ad elevate prestazioni, ideali per l’acquisizione di video ad alta risoluzione Le schede SDHC (Secure Digital High Capacity) partono da 4GB, mentre le schede SDXC (Secure Digital Extended Capacity) partono da 64GB: entrambe le soluzioni offrono un maggior volume di memorizzazione dati e performance di registrazione ottimizzate.

Le classi di velocità
L’SD Association definisce le velocità utilizzando due termini: Classe di velocità e Classe di velocità UHS. La Classe di velocità rappresenta il parametro originariamente usato, con un numero a seguire che esprime la velocità della scheda: 4 per 4MB/s, 6 per 6MB/s, ecc. Con il termine UHS (Ultra High Speed) si fa riferimento alle velocità minime di scrittura per differenziare le schede fra loro. Ad esempio, la Classe di velocità UHS-I 1 ha una velocità minima di scrittura di 10MB/s, mentre Classe di velocità UHS-I 3 ha una velocità minima di scrittura di 30MB/s.

Le schede di memoria con velocità di classe superiore supportano bit-rate di video elevati e registrazione video di qualità più alta. Le schede di memoria di Classe 4 sono ideali per l’acquisizione di video HD mentre le schede di memoria di Classe 10, di Classe di velocità 1 UHS e di Classe di velocità 3 UHS supportano l’acquisizione di video Full HD e Ultra HD 4K.

Le schede SDHC e SDXC indicano “classi” di velocità, denominate Classe 4 e 10, oltre a velocità UHS di classe 1 e 3, che consentono di ottenere una velocità di trasferimento dati minima, in grado di garantire prestazioni ottimali con i dispositivi SDHC e SDXC. Benché caratterizzate da dimensioni identiche alle comuni schede SD, queste sono progettate in maniera differente e pertanto sono riconosciute soltanto dai dispositivi host SDHC e SDXC. Per verificare la compatibilità della scheda, assicurarsi che sulle schede e sui dispositivi host (come fotocamere, videocamere, ecc.) sia riportato il logo SDHC e SDXC.

schede di memoria Simboli sulle schede SD

Le schede microSD (SDC)
Le schede microSD (SDC) rappresentano il fattore di forma compatto delle schede SD e sono spesso quelle utilizzate in smartphone, tablet e altri dispositivi mobili. Le microSD sono grandi quanto una frazione delle comuni schede SD, ma se inserite all’interno di un adattatore, possono essere utilizzate anche negli alloggiamenti per dispositivi SD standard (ad esempio, nei lettori di supporti Flash). Le schede microSDHC offrono una quantità di storage superiore, che consente di memorizzare pià video, immagini, giochi e qualunque altro contenuto digitale utilizzato nella moderna tecnologia mobile digitale.

UHS-I
UHS è l’acronimo di Ultra High Speed. I prodotti SDHC e SDXC abilitati UHS-I sono in grado di supportare velocità di trasferimento dati teorico fino a 104 MB/s, quattro volte più veloce rispetto alla precedente velocità di trasferimento possibile di 25 MB/s. Per ottenere prestazioni superiori è ad ogni modo richiesto un dispositivo host abilitato UHS. Le schede che supportano UHS-I sono compatibili con host non UHS precedenti, anche se le prestazioni in host non UHS saranno limitate dalla capacità dell’interfaccia bus dell’host.

UHS-II
UHS-ll è la più veloce interfaccia di scheda SD disponibile per comunicare con gli host di fotocamere/videocamere e con computer con velocità di interfaccia bus massima fino a 312 MB/s. Le schede che supportano UHS-ll sono compatibili con host UHS-l precedenti, anche se le prestazioni in host UHS-l saranno limitate dalla capacità dell’interfaccia bus dell’host. Le schede normali e ad alta velocità possono essere utilizzate anche con i dispositivi host UHS-I. Prestazioni superiori abilitate da un dispositivo host UHS-II possono essere ottenute solo con una scheda di memoria UHS-II.

Quando scegliere schede più veloci
Se avete bisogno solo di spazio e vi limitate a scattare poche foto e girare brevi filmati, ha poca importanza scegliere schede di memoria molto veloci. Diversamente è in genere preferibile usare schede più veloci. Queste consentono di minimizzare l’attesa di lettura/scrittura, evitare problemi di corruzione dei file oltre a consentire di scattare velocemente in sequenza.

File video acquisiti dalla videocamera potrebbero risultare corrotti quando la velocità di scrittura della scheda non è adeguata; la qualità del video viene da alcuni dispositivi automaticamente ridotta in modo da adattarsi alla velocità della scheda. Ad esempio, è possibile che un video Full HD (1080p) venga trasformato in un video con risoluzione di gran lunga inferiore. Nel caso in cui la velocità di scrittura della videocamera fosse maggiore rispetto a quella della scheda Flash, la videocamera entra in pausa ed il filmato viene interrotto in modo imprevisto una volta raggiunto il limite di velocità della scheda.

Il problema non riguarda solo le videocamere ma anche le fotocamere. Molte di queste sono dotate di una funzione che permette di acquisire una sequenza continua di immagini con una singola pressione del pulsante di scatto; in questo modo è possibile fotografare eventi o soggetti che si muovono molto rapidamente – come i bimbi o i nostri amici a quattro zampe. Se la velocità di scrittura della scheda è troppo bassa, non è possibile utilizzare questa funzione. Grazie all’estrema resistenza e alla velocità elevata delle memoria di nuova generazione è possibile sfruttare le prestazioni di scatto continuo, una maggiore efficienza del flusso di lavoro e un miglior uso delle funzioni avanzate, come ad esempio gli scatti di più frame al secondo e gli scatti continui in modalità burst.

Tabella schede 2

CompactFlash
Per le schede CompactFlash, il parametro importante da cercare è “VPG” (Video Performance Guarantee) . La voce VPG-20 evidenzia che la scheda è abilitata Video Performance Guarantee e consente di registrare video con velocità minima di scrittura pari a 20 MB/s. VPG-65 è il riferimento del Video Performance Guarantee che evidenzia la possibilità di registrare video con velocità minima di scrittura sostenuta pari a 65 MB/s (garantisce la registrazione continua di video 4K e Full HD). Le prestazioni dipendono in ogni caso dal dispositivo host.

Tabella CompactFlash

Capacità
I produttori di dispositivi utilizzano codec di compressione (ad esempio MPEG-4, H.264, ecc.) e bit-rate diversi, che portano a dimensioni di file variabili e non è facile indicare con esattezza quante ore di filmati o quante fotografie è possibile memorizzare su una memoria. Ovviamente più grande sarà la capacità di memorizzazione, maggiore sarà il numero di foto/filmati che è possibile memorizzare. È sempre bene controllare il manuale del proprio dispositivo: alcuni vecchi prodotti potrebbero non essere in grado di riconoscere “tagli” di memoria di grandi dimensioni.

Altri parametri
Alcune schde di memoria si differenziano da altre per la loro capacità di funzionare a temperature estreme (comprese tra -25ºC e 85ºC, in modo da poter registrare video in alta definizione o scattare foto in qualsiasi condizione climatica) per l’impiego in ambienti industriali. Alcune schede sono inoltre state testate in base a rigorose procedure contro sollecitazioni, urti e vibrazioni o sono dotate di una copertura in silicone RTV per una maggiore protezione. La garanzia varia da produttore a produttore; alcuni offrono anche una garanzia a vita limitata.