Il trono di Samsung, il CEO “Mr. Chip” annuncia le dimissioni

Samsung Electronics annuncia che il CEO e Vice Presidente Kwon Oh-hyun lascerà i sui incarichi di management da marzo 2018. Una mossa a sorpresa che lascia il gruppo con due figure vacanti al vertice dopo l’arresto di Lee Jae-yong

Samsung Electronics ha annunciato che il CEO e Vice Presidente Kwon Oh-hyun lascerà le sue cariche dal management da marzo 2018. L’annuncio arriva a sorpresa dopo che il big sud coreano ha chiuso l’ultima trimestrale con conti stellari e in futuro gli analisti prevedono nuovi record grazie anche all’iPhone X. Come noto gli “amici-nemici” Apple e Samsung sono in forte competizione sul versante dispositivi mobili, ma la gigantesca divisione di componentistica dei sud-coreani vanta da anni una forte collaborazione con Cupertino per la fornitura di numerose componenti destinate ai prodotti della Mela, inclusi display e chip di memoria per iPhone X, elementi che consentiranno di fatturare miliardi di dollari.

Analisti per conto del Wall Street Journal calcolano che nei 20 mesi successivi al 3 novembre, giorno di lancio di iPhone X, è prevedibile che Samsung ricaverà circa 4 miliardi di fatturato in più dalla sola produzione di componenti per iPhone X, una somma addirittura superiore rispetto a quanto ottenuto con le componenti del proprio dispositivo top di gamma Galaxy S8.

Kwon potrebbe essere chiamato a occupare un ruolo più rilevante nel conglomerato Samsung dopo la condanna a cinque anni di carcere di Lee Jae-yong, vicepresidente di Samsung Electronics e di fatto capo di Samsung Group, incriminato nell’ambito dello scandalo che aveva coinvolto l’ex presidente sudcoreana Park Geun-Hye, e che aveva portato al suo successivo impeachment.

Kwon Oh-Hyun, co-chief executive officer di Samsung Electronics - Foto: REUTERS/SeongJoon Cho
Kwon Oh-Hyun, co-chief executive officer di Samsung Electronics – Foto: REUTERS/SeongJoon Cho

Kwon Oh-hyun, 64 anni, è stato nominato CEO di Samsung Electronics nel 2012 dopo 32 anni avanzamento di carriera. Prima della sua nomina, Kwon ha guidato l’unità che si occupa di semiconduttori portandola ai fasti odierni, guadagnando l’appellativo di “Mr. Chip”. Oltre che della presidenza del Consiglio di amministrazione, Kwon ha continuato a occuparsi del suo ruolo nella divisione chip di Samsung ed è diventato CEO di Samsung Display nel 2016.

“È qualcosa sulla quale ho riflettuto da tempo a lungo e intensamente” ha scritto Kwon in una lettera ai dipendenti riportata da Reuters. “Non è stata una decisione facile ma sento che non posso più procrastinare”. “Mentre ci troviamo trascinati di fronte a una crisi senza precedenti, ritengo sia arrivato il tempo per l’azienda di ricominciare da capo, con un nuovo spirito e una giovane leadership in grado di rispondere meglio alle sfide derivanti dall’industria IT in rapido cambiamento”.

Le dimissioni di Kwon, lasciano il conglomerato sudcoreano con un secondo posto vacante dopo l’arresto del leader di fatto di Samsung Group, Jay Y. Lee, lasciando temere una paralisi su decisioni strategiche, al punto che qualche osservatore si spinge a ipotizzare conseguenze pesanti per l’economia sudcoreana, già segnata da altre difficoltà.