Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Stock options Apple, conflitto di interessi di un investigatore

Stock options Apple, conflitto di interessi di un investigatore

Si chiama Jerome York, per dieci anni è stato nel comitato del consiglio di amministrazione di Apple ed è uno dei tre membri incaricato di indagare nei giorni scorsi sulla vicenda delle stock options date a dirigenti Apple – tra i quali anche Steve Jobs – con date falsificate per massimizzarne i guadagni. Risulta che ha un conflitto di interessi.

York, infatti, tra il 2000 e il 2003 ha gestito un’attività  di rivendita di computer in affari con Apple, realizzando circa 600 milioni di dollari di vendite di computer con la mela. York ha poi venduto nel 2003 la sua quota in Micro Warehouse, la società  in questione, al gruppo CDW per 22 milioni di dollari.

Inoltre, ci sarebbe un secondo conflitto anche se, secondo Apple, York avrebbe rifiutato la parte di relativa al suo coinvolgimento nel comitato di compensazione (il comitato incaricato di emettere le stock options per i dirigenti) durante l’emissione di parte delle stock options sottoposte ad indagine.

Gli altri due incaricati di svolgere l’indagine interna indipendente di Apple sono il neo consigliere di amministratore, già  Ceo di Google, Eric Schmidt, e Al Gore, consigliere di amministrazione anch’esso ed ex-vicepresidente degli Stati Uniti. Apple è una delle 200 aziende quotate alla Borsa americana sotto analisi della Sec (l’equivalente della nostra Consob) per l’attività  di datazione relativa alle stock options che, secondo una prima linea di difesa erano da intendersi in un’area “grigia” della normativa finanziaria. Apple già  ha licenziato nei giorni scorsi l’avvocato interno incaricato materialmente di stendere i contratti per le stock options.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità