Tim Cook ha parlato degli sforzi di Apple per il mondo aziendale alla conferenza BoxWorks 2015

Il CEO di Apple ha preso parte alla conferenza BoxWorks 2015, evento dedicato al mondo delle imprese. Si è parlato di IBM, Microsoft, Cisco, iOS e Mac. Apple non ha “nessuna intenzione di fondere iOS e OS X”.

keynote hey siri cook 1200

Il CEO di Apple Tim Cook ha conversato con il CEO di Box Aaron Levie nel corso della conferenza BoxWorks 2015, evento dedicato al mondo delle imprese (Box è stata fondata nel 2005 e sviluppa soluzioni per la condivisione, sicurezza e sincronizzazione dei file).

Nell’incontro si è parlato degli sforzi di Apple nel campo enterprise e dei nuovi iPhone, con Cook che ha fatto notare che per molti versi non esistono più telefoni specificatamente rivolti al mercato aziendale.

Cook ha ad ogni modo parlato delle partnership con Cisco e Box, evidenziando trasformazioni in corso nel mondo mobile e miglioramenti in termini di produttività e le possibilità che le imprese hanno di ripensare ai loro processi aziendali.

Levie ha fornito un assist a Cook chiedendo perché questa sorta di trasformazione non è possibile con Android e il CEO di Apple ha risposto che gli utenti vogliono l’hardware migliore, con funzionalità di sicurezza integrate dal principio e un ecosistema unificato.

Parlando dell’ecosistema, il CEO di Apple ha spiegato come iOS abbia spinto anche il Mac nel mondo aziendale, con ovvi vantaggi per gli utenti in termini di transizioni tra i dispositivi grazie a funzionalità intrinseche di OS X e iOS. Cook ha anche spiegato che gli utenti vogliono sistemi operativi per desktop e notebook separati da quelli per tablet e smartphone, affermando che la Mela “non ha intenzione di fondere i due sistemi”.

Si è parlato di come si lavora con i rivali di un tempo come IBM e Microsoft, evidenziando come trend e accordi siano un vantaggio per gli utenti. Parlando della presentazione di Microsoft Office su iPad Pro dal palco dell’ultimo evento Apple, Cook ha spiegato che le due aziende possono essere partner su molte cose anziché competere, affermando che “è questo quello che gli utenti vogliono” e che “non serva a nulla serbare rancore”.

Benché Apple abbia evidenziato ottimi risultati finanziari, con circa 200 miliardi di ricavi rispetto all’anno passato, Levie ha chiesto se fosse ora di abbandonare il combattimento e dichiarare vittoria; Cook ha risposto: “Non abbiamo neanche cominciato” evidenziando le grande potenzialità nel mercato enterprise, nuovi mercati con l’Apple Watch, con la televisione e altro.

Parlando del nuovo iPhone Upgrade Program (programma che consente di avere un nuovo smartphone ogni anno) Levie scherzando ha detto che Apple dovrebbe predisporre un meccanismo di abbonamento per consentire di avere nuovi iPhone, iPad, Mac, Apple Watch e altri dispositivi annualmente. Cook ha sorriso alla proposta di 64$ al mese facendo ad ogni modo notare che l’iPhone Upgrade Program è pensato per rimuovere le resistenze nelle procedure di acquisto.

Si è parlato poi di uguaglianza e altri problemi, e Cook, come già fatto in altre occasioni, ha spiegato che una delle mission di Apple è volere lasciare un segno nel mondo, parlando dell’importanza dell’istruzione pubblica e dell’ambiente. Si è parlato anche di Dr. Dre, di Beats e di Apple Music; Cook ha spiegato che sono in arrivo “molte soddisfazioni” da questo versante. Si è accennato al possibile arrivo di una radio per il mondo enterprise e Cook ha buttato giù qualche idea per una stazione che potrebbe essere un mix di musica, talk e news.