Volkswagen studia la gestione del traffico smart con i computer quantistici

Un algoritmo quantistico potrebbe permettere alle organizzazioni del trasporto pubblico e alle società di taxidi impiegare le proprie flotte in modo più efficiente e minimizzare i tempi di attesa dei passeggeri.

Il Gruppo Volkswagen sta facendo ulteriori passi avanti con il proprio lavoro sui computer quantistici. Gli esperti del gruppo sono riusciti a sviluppare un programma di gestione del traffico che sostituisce le previsioni in città con calcoli molto più precisi. Ne risulta che le società di trasporto pubblico, di taxi e i fornitori di servizi di trasporto saranno in grado di utilizzare le proprie flotte in maniera considerevolmente più efficiente e, allo stesso tempo, di minimizzare i tempi di attesa per i passeggeri. Volkswagen e l’azienda di informatica quantistica D-Wave presenteranno il progetto al WebSummit, conferenza di tecnologia di Lisbona.

I computer quantistici sono in grado di risolvere compiti molto complessi – come l’ottimizzazione del traffico – molto più velocemente dei supercomputer tradizionali. Il Gruppo vede un potenziale considerevole nell’utilizzo di questa tecnologia informatica all’avanguardia per costruire nuove applicazioni e modelli di business.

Per sviluppare i nuovi sistemi di gestione del traffico, prima si analizzano con computer convenzionali dati di movimento resi anonimi (da smartphone o da trasmettitori nei veicoli) allo scopo di calcolare l’accumulo del traffico e il numero di persone coinvolte. Il secondo step – l’ottimizzazione – è completato con un algoritmo quantistico. Per esempio, è possibile assegnare un numero preciso di veicoli a diversi “punti di richiesta” su base predittiva, per garantire trasporto a tutti i passeggeri in attesa.

Ciò potrebbe eliminare costose inefficienze di mezzi di trasporto, ad esempio di taxi e autobus, percorrenti distanze considerevoli a vuoto, lunghi tempi di attesa per i passeggeri o una scarsità di veicoli in aree ad alta domanda. Gli operatori del trasporto pubblico potrebbero aggiungere ulteriori corse agli orari fissi per allinearsi meglio alla domanda. Qquesto sistema di gestione del traffico ottimizzata grazie all’informatica quantistica potrebbe essere offerto come un nuovo servizio commerciale. L’azienda immagina anche possibilità di applicazione di un algoritmo nelle infrastrutture del traffico e nella connessione fra veicoli, in modo particolare in relazione a quelli autonomi.

Volkswagen studia come gestire il traffico in modo intelligente con i computer quantistici

Al momento si è deciso di testare l’algoritmo a Barcellona dove esiste un database adeguato. Il gruppo sta cooperando con il provider di servizi per le telecomunicazioni Orange e la l’azienda Terlaytics specializzata in data science. Come principio generale, l’algoritmo potrebbe essere adattato alle dimensioni di ogni città.

Data scientists, linguisti computazionali e ingegneri del software, lavorano insieme negli IT Lab di San Francisco e Monaco per sviluppare il potenziale dei computer quantistici. Il ocus principale è la programmazione di algoritmi su computer quantistici, che sottostanno a leggi differenti rispetto ai computer tradizionali. Nel campo dell’informatica quantistica il Gruppo sta collaborando con i partner tecnologici D-Wave e Google, che offrono accesso ai loro sistemi.