Trend Micro e Interpol bloccano una rete botnet di oltre 770.000 PC

Grazie alla collaborazione tra Trend Micro e Interpol è stata smantellata una rete botnet composta da quasi 800mila PC. Rubava i dati degli utenti prendendo di mira Facebook, Bing e altri siti popolari

trend micro icon

Trend Micro e Interpol hanno collaborato per abbattere SIMDA, una estesa rete botnet che ha coinvolto quasi 800mila computer sparsi nel mondo. La società specializzata in sicurezza informatica ha fornito alcune informazioni chiave per il successo dell’operazione, tra cui anche gli indirizzi IP dei server che controllavano la rete botnet SIMDA, oltre alle caratteristiche dei malware impiegati dai pirati informatici.

La rete si era particolarmente sviluppata in Paesi come Stati Uniti, UK, Turchia, Canada, Russia oltre ad aver coinvolto anche l’Italia e veniva utilizzata dai cyber criminali per ottenere l’accesso ai computer da remoto e impossessarsi così delle informazioni personali sensibili degli utenti. I criminali utilizzavano poi i dispositivi infettati per continuare a diffondere malware e lanciare attacchi. Le ricerche hanno evidenziato che i malware avevano preso di mira siti popolari come Facebook, Bing, Yahoo e Google Analytics.

Trend Micro e Interpol Simda-RedirectionIPs