Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Class action contro Apple Store: niente POS per disabili visivi

Class action contro Apple Store: niente POS per disabili visivi

Negli USA è stata avviata un’azione collettiva per presunte discriminazioni da parte di Apple per il meccanismo di pagamento usato negli store (un dispositivo basato su iPod touch) che persone con disabilità visive non riuscirebbero a usare senza l’aiuto di personale degli Apple Store.

La denuncia è stata presentata presso il tribunale del Distretto della Florida e in questa si afferma che il sistema per i pagamenti usato da Apple viola l’American with Disabilities Act (ADA), una legge che stabilisce “una chiara e comprensibile proibizione delle discriminazioni sulla base della disabilità”, assicurando pari opportunità nel lavoro, nell’accesso ai servizi pubblici, ai trasporti, ecc. con specifiche linee guide per l’accessibilità di spazi e servizi, di luoghi pubblici e di servizi commerciali.

Nella denuncia si argomenta che altre aziende usano sistemi POS con modalità di input di tipo tattile, usando ad esempio il braille o altri meccanismi con marcature tattili  che permettono a chi ha disabilità visive di indicare i numeri. Poiché Apple usa uno schermo touschreen, gli utenti non possono utilizzare in modo lo schermo e indicare in modo indipendente il PIN di una carta di debito.

In molti Apple Store gli impiegati usano i sistemi noti come “EasyPay iPod POS” con integrato un lettore magnetico di carte e scanner per la lettura di codici a barre. Apple ha integrato in iOS vari meccanismi che facilitano l’accessibilità ai dispositivi da parte di ciechi o ipovedenti, incluso ad esempio VoiceOver ma queste funzioni sfruttano nella maggioparte dei casi funzioni che forniscono descrizioni vocali degli elementi e non sono dunque utilizzabili con i POS. Si potrebbe integrare una cuffia da far utilizzare al cliente ma il sistema diventerebbe forse meno pratico per le esigenze di Apple.

Contrariamente a quanto succede normalmente con le class action, non vi è in questa una richiesta di risarcimento contro Apple ma l’istanza di aggiornare o sostituire i meccanismi utilizzati, in conformità a quanto stabilito dall”American with Disabilities Act. I costi richiesti sono quelli per il pagamento delle spese legali.

EasyPay iPod POS"
EasyPay iPod POS

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità