HomeMacityVoci dalla ReteVendite PC, un trimestre (e una Apple) da record

Vendite PC, un trimestre (e una Apple) da record

Apple quarta nella classifica dei produttori di computer per vendite sul suolo americano. Questo il dato più significativo per il mercato Mac tra quelli che emergono dalle statistiche inerenti il secondo trimestre e diffuse ieri da IDC.

Secondo la società  di ricerche di mercato la casa della Mela si classifica dietro ai due colossi del settore, Dell e HP e appena alle spalle di un altro importante concorrente,m molto agguerrito negli USA, Gateway. I dati di IDC dicono che Apple è di gran lunga il produttore che ha avuto il maggior tasso di crescita.

Le macchine di Cupertino hanno infatti fatto segnare un +37% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, più del già  notevole +26,6% di Gateway e più del +23,7% di Dell. Complessivamente il mercato americano di Apple raggiunge il 4,5% contro il 3,7% dello scorso anno. Secondo IDC la crescita di Apple è da attribuire in buona parte al successo di iPod e al nuovo mercato creato dal Mac mini.

Apple, nonostante i successi conseguiti, non appare però tra i primi cinque marchi più venduti a livello mondiale nella ricerca IDC.

Complessivamente i dati forniti dalla società  americana fanno segnare un inaspettata e forte ripresa delle vendite dei computer che supera le previsioni. Il mercato è infatti aumentato del 16,6%, per un totale di 46,6 milioni di CPU, battendo di gran lunga il +12,3% previsto dalla stessa IDC.

Il traino principale al mercato viene dai paesi in via di sviluppo e da alcune aree dove la diffusione dei PC non è ancora giunta al livello di occidente, Usa e Giappone. Sono in particolare i paesi dell’€™area asiatica e del sud america a comprare computer ad un trend molto elevato. La crescita è favorita dai costi sempre più bassi che dischiudono nuove possibilità  d’€™acquisto.

In occidente sono, invece, i laptop ad attirare i clienti. Questo tipo di macchine non solo vengono acquistate anche se già  si possiede un desktop, ma hanno un ciclo di sostituzione più rapido.

Tra le regioni che stanno dando maggiori soddisfazioni ai produttori, escludendo le sopra citate aree in via di sviluppo, c’€™è l’€™Unione Europea. Grazie ad un euro ancora relativamente forte nei paesi dell’€™UE si è assistito ad una crescita delle vendite pari al 20%; negli USA l’€™aumento è invece molto più contenuto, l’€™11,7%, solo di uno 0,1% in più di quanto previsto.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial