ARF Virtual Pet: realtà  aumentata e gioco in anteprima su iPhone

di |
logomacitynet696wide

Applicando i principi della realtà  aumentata il Laboratorio Georgia Tech sta realizzando ARF Virtual Pet, un affascinante videogioco in cui realtà  e digitale si fondono per dare vita a una esperienza completamente nuova grazie alle capacità  di iPhone.

Sfruttando le nuove funzioni offerte dai dispositivi digitali la realtà  può essere modificata e arricchita per offrire nuovi servizi e funzioni fino a pochi anni fa impensabili. Le applicazioni sono numerose ma oggi, per comprendere meglio cosa significa realtà  aumentata e per vedere le funzioni possibili è disponibile un filmato YouTube realizzato dal Georgia Tech al lavoro sul videogioco ARF Virtual Pet per iPhone.

ARF Virtual Pet sfrutta la videocamera di iPhone per rilevare speciali grafici stampati su schede di carta: a seconda dei simboli impressi sulle tessere il programma che lavora su iPhone avvia una funzione. Così quando la fotocamera rileva la prima scheda, iPhone visualizza un simpatico cagnolino in grafica poligonale che si muove nell’ambiente ripreso dalla camera. Posizionando sul tavolo una seconda scheda codificata, iPhone visualizza la cuccia o la ciotola del cibo. Oltre a muoversi ed interagire con l’ambiente reale ripreso dalla fotocamera, l’utente può accarezzare e indicare al virtual pet la posizione in cui andare e molto altro ancora, sfruttando il touch screen dello smartphone. Ecco il filmato YouTube che mostra in anteprima le incredibili funzioni di ARF Virtual Pet:

Il gioco, se così si può definire, è ancora in lavorazione ma il personale del laboratorio Georgia Tech avvisa che i tempi per il rilascio su App Store potrebbero essere lunghi. Oltre ad essere completato infatti, il gioco richiede API di programmazione speciale per utilizzare direttamente la fotocamera di iPhone, elementi che Apple non ha ancora fornito ufficialmente agli sviluppatori. Dopo aver visto il filmato e appurato le funzioni possibili, non vediamo l’ora che ARF venga presto completato: speriamo che questo sia l’effetto che ARF provocherà  anche tra responsabili della piattaforma iPhone di Cupertino.