ATI, trimestre in rosso

di |
logomacitynet696wide

Chiude in rosso il trimestre fiscale di ATI. Ma grazie ai nuovi prodotti e a nuove strategie il futuro, secondo la società dell’Ontario, si annuncia roseo.

Chiude in rosso il trimestre fiscale di ATI. La società  Canadese, in linea con le previsioni, ha infatti dichiarato oggi che il trimestre terminato il 31 agosto si è concluso con perdite nette per 32,2 milioni di dollari, 14 centesimi per azione. Il passivo è superiore a quello dello scorso anno per lo stesso periodo quando ATI concluse con perdite per 11,4 milioni di dollari.

Al lordo degli aggiustamenti e delle manovre di ristrutturazione ATI avrebbe concluso con un profitto di 2 centesimi per azione, uno in meno delle previsioni della maggior parte degli osservatori e degli esperti.

Da notare che ATI ha però terminato il trimestre con un fatturato superiore a quello dello scorso anno 239,5 milioni di dollari contro 229,1 milioni di dollari dello scorso anno. Cala, invece, il fatturato rispetto al precedente trimestre quando ATI fece segnare un fatturato di 266,5 milioni di dollari.

ATI prevede per il trimestre in corso, il primo del 2003 per i bilanci, un aumento del fatturato in doppia cifra, superiore quindi al 10%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Contribuiranno le nuove schede Radeon 9700 e nuovi prodotti integrati. Il profitto previsto sarà  tra i 2 e i 5 centesimi per azione.

ATI sottolinea anche che la società  è ancora impegnata in una transizione che la sta trasformando da società  che produceva schede di accelerazione in realtà  che si occupa eminentemente di chip per il 3D. Un’operazione che incide in maniera determinante sul modello di business e che ha un riscontro sui bilanci.