Apple blocca i rivenditori che accettano iPad in preordinazione

di |
logomacitynet696wide

In Germania Apple ha bloccato i rivenditori che avevano cominciato a raccogliere preordini per l’iPad. Apple potrebbe aver la necessità di stringere accordi commerciali con partner del luogo e questi pretendere l’esclusività sulla distribuzione, impedendo a rivenditori come quelli che avevano predisposto i moduli da compilare per la prenotazione, di accettare ordini.

Il tedesco Macnews fa sapere che Apple ha bloccato i rivenditori che avevano cominciato a raccogliere preordini per l’iPad. Subito dopo la presentazione del dispositivo, molti rivenditori avevano preparato pagine web con dettagli e moduli da compilare on-line per essere i primi a ricevere il nuovo prodotto non appena questo fosse stato disponibile. Apple è intervenuta e ha bloccato le iniziative di web store quali T-Online e siti come quello del rivenditore GRAVIS (quest’ultimo ha rimosso foto e indica ora solo testi già  presenti sul sito Apple).

Non è chiaro il motivo per il quale la società  di Cupertino è intervenuta; probabilmente – fa notare il blog della Repubblica Federale Pader Solutions – la giustificazione è che il modello di distribuzione non è stato in Germania ancora definito. Apple potrebbe aver la necessità  di stringere accordi commerciali con partner del luogo e questi pretendere l’esclusività  sulla distribuzione, impedendo a rivenditori come quelli che avevano predisposto i form da compilare per la prenotazione, di accettare ordini.
[A cura di Mauro Notarianni]