Cisco acquista l’1,6% di Vmware

di |
logomacitynet696wide

Il gigante di San Jose replica le mosse di Intel e impegna 150 milioni di dollari per il 1,6% delle azioni di Vmware e per insediarsi nel board esecutivo; un altro 10% delle azioni saranno presto distribuite tramite un’offerta pubblica di vendita.

A pochi giorni dall’uscita del nuovo Fusion, si apprende che anche Cisco ha deciso di investire sulla società  di Palo Alto: in cambio di una cifra pari a 150 milioni di dollari, Cisco acquisirà  il 1,6% di azioni di Vmware e collocherà  un suo membro nel board esecutivo dell’azienda.

Abbiamo detto “anche” perché, come ricorderete, già  Intel, pochi giorni fa, aveva foraggiato le casse di Vmware attraverso un investimento di circa 218 milioni di dollari, pari al 2,5% del valore dell’azienda.

L’investimento più che concreto da parte di Cisco, dopo il già  manifestato impegno di Intel, non fa altro che confermare l’impressione di un sempre più intenso interesse nei confronti dei software di virtualizzazione.

Cisco ed Intel potrebbero poi essere solo i primi grandi nomi a guardare verso Palo Alto: nelle prossime settimane dovrebbe partire l’offerta pubblica di vendita di EMC, società  proprietaria di Vmware, che ha annunciato l’intenzione di vendere circa il 10% delle azioni della controllata.

Vedremo, appena l’IPO sarà  ufficializzata, se altre aziende seguiranno il trend di Intel e Cisco e si butteranno sulla virtualizzazione, un business che pare fruttare soldi “reali”.