E’ aperto l’iTunes Music Store giapponese

di |
logomacitynet696wide

Sono ora 20 i paesi con un Music store Apple nazionale. Con l’arrivo del Giappone iTunes Music Store perde il prezzo fisso delle tracce e porta in dote i Rolling Stones.

Poco prima delle 11 di questa mattina (alle 3,55 orario italiano tra mercoledì e giovedì) è nato l’iTunes Music Store giapponese.

Oggi a Tokio, presso la Hall A del Tokyo International Forum, è stato annunciato da Steve Jobs alla stampa locale l’attesa apertura dell’iTMS Giapponese.

Il negozio di musica digitale di Apple nel paese del Sol Levante è ora operativo con un catalogo di 1 milione di canzoni in vendita con due classi prezzo: 150 yen (1,09 euro) e 200 yen (1,45 euro).
Gli album costano tra i 1.000 e i 2.000 yen (7,26 – 14,53 euro). Non è ancora chiaro quale sia il criterio per suddividere le canzoni tra i due prezzi.

C’è da augurarsi che il trend dei due prezzi non “prenda” anche al di fuori del negozio musicale destinato ai giapponesi.

Venti paesi e l’85% del mercato globale della musica, quello quanto raggiunto da iTunes Music Store.

“Speriamo che anche in Giappone gli amanti della musica accolgano iTunes Music Store come lo hanno accolto nel resto del mondo” è stata la dichiarazione di Steve Jobs.

Hanno aderito al negozio di musica digitale di Apple svariate case discografiche, ma non Sony Music Entertainment, attualmente non si trovano artisti del gigante giapponese nell’iTunes di questo paese dove i dirigenti di Cupertino non sono riusciti ad accordarsi con Sony in tempo per il lancio di iTMS.

Ma la battaglia tra Apple e Sony prosegue anche sul versante hardware, Jobs ha detto in questa occasione che mentre nell’ultimo trimestre la PSP ha venduto 2 milioni di pezzi, di iPod se ne sono venduti 6,2 milioni.

La classifica locale dei player digitali basati su hard disk, stilata da GFK Marketing Services, vede l’iPod in prima, seconda e quarta posizione, i Network Walkman di Sony sono in terza e quinta posizione.

Cupertino cita il catalogo di Abkco con artisti classici come Sam Cooke, The Animals, ma soprattutto i Rolling Stones. Il gruppo di Mick Jagger è disponibile quindi esclusivamente su iTunes Music Store tra i servizi online di tutto il mondo.
In questo momento sarebbe possibile pre-ordinare il loro album “A Bigger Bang” con un video in esclusiva.

Il debutto giapponese è “condito” da molta musica locale, vengono citati da Apple i seguenti nomi: Ulfuls, Def Tech, Crazy Ken Band, Chara, Little Creatures, Chie Ayado e la collezione completa dei B’z (340 canzoni per 18.800 yen, ovvero 136,60 euro).

Dopo solo un quarto d’ora dall’apertura di iTMS Japan il sito di Apple forniva già  una classifica di vendita che vedeva “Arigato” di B’z come successo di vendita.

Novità  è la disponibilità  di audio-libri anche in giapponese, che assieme a quelli in inglese totalizzano 10.000 titoli.

Manca invece la possibilità  di vedere i video musicali dall’iTunes Music Store giapponese, non ne conosciamo le ragioni ma c’è da supporre che i contrasti con le case editrici giapponesi habbiano costretto Apple anche a questa limitazione (oltre a quella del doppio prezzo delle canzoni).

Oltre agli Stati Uniti anche il Giappone potrà  avvantaggiarsi delle schede pre-pagate iTunes Music Card, vendute presso i rivenditori locali Sofmap, Yamada, BIC Camera, Amazon Japan, Kojima e Yodobashi Camera oltre agli AppleStore già  aperti in quel paese.

Online queste card da comperare con i contanti sono disponibili attraverso AppleStore e Amazon Giappone, i tagli sono da 2.500 e 5.000 e 10.000 yen (18,16, 36,32 e 72,64 euro), rispettivamente nei colori verde, fuxia e azzurro.

L’iTMS giapponese, come anche succede in modo massiccio su quello USA e in modo più moderato su quello britannico, francese e canadese, regala una canzone a settimana, per l’inaugurazione è disponibile “Wamono” di Hifana.

Si possono già  ascoltare i podcast giapponesi, i primi a proporsi sono stati InterFM, Sotokoto e Radio Nikkei.

Per festeggiare l’ITMS giapponese partirà  il mese della musica live presso il nuovo AppleStore di Shibuya che aprirà  sabato a Tokio , con artisti locali che si esibiranno dal vivo.

Alla presentazione giapponese è salito sul palco Beck per alcune canzoni canatane e suonate con la chitarra.