Italiani ed email: sette giorni l’anno per rispondere

di |
logomacitynet696wide

Una ricerca condotta in sette Paesi nel mondo su circa 8mila persone che rivela come la maggioranza delle persone preferisce la posta elettronica per inviare o ricevere informazioni importanti. Il 56% degli italiani intervistati spende più di mezza ora al giorno a rispondere alle mail e in media ricevono quotidianamente oltre venti email. In un anno sono dunque oltre sette le giornate lavorative dedicate alla gestione della posta elettronica.

Nokia ha pubblicato i risultati di una ricerca condotta in sette Paesi nel mondo su circa 8mila persone che rivela come la maggioranza delle persone preferisce la posta elettronica per inviare o ricevere informazioni importanti, invece del SMS o delle telefonate.

Andrea Facchini, direttore marketing di Nokia Italia, ha dichiarato: “Lo studio ha dimostrato che il 56% degli italiani intervistati spende più di mezza ora al giorno a rispondere alle mail e che in media ne ricevono quotidianamente oltre 20. In un anno sono quindi oltre sette le giornate lavorative dedicate alla gestione della posta elettronica. Circa metà  della popolazione (50%) sceglie la posta elettronica invece delle telefonate o degli SMS per inviare e ricevere informazioni importanti lavorative o personali, ma il 48% ammette di leggere solo le mail di cui conosce il destinatario”.

Anche se le e-mail di lavoro vengono classificate tra i messaggi più importanti, non rappresentano necessariamente i messaggi più urgenti cui rispondere. Secondo la ricerca Nokia, la metà  degli intervistati (49%) considera prioritario rispondere al proprio partner rispetto al proprio capo o manager (29%), ai colleghi (23%) e persino ai clienti (31%).

La ricerca è stata commissionata per analizzare i vari fattori che influiscono sul modo di rispondere a diversi argomenti e situazioni. Oltre alla ricerca, una campagna online sul sito http://www.nokia.com/responsiveness invita le persone a rispondere a vari temi e a lasciare commenti. E’ disponibile anche un esame dell’utilizzo della mail nelle singole regioni italiane. La ricerca è stata condotta da ICM nel luglio 2009, su un campione di 7.826 persone nei seguenti sette paesi: Regno Unito, Russia, Spagna, Sud Africa, Emirati Arabi Uniti, Singapore e Italia.
[A cura di Mauro Notarianni]