L’€™organico di Apple cresce quasi del 30% rispetto allo scorso anno

di |
logomacitynet696wide

Cifre interessanti dall’annuale modulo 10-K presentato da Apple all’ente statunitense per la alla vigilanza della borsa valori. Gli impiegati full-time di Cupertino sono ora 60.400; 2.900 quelli a tempo indeterminato. 

Dal modulo 10-K presentato da Apple alla SEC (un form che l’Autority americana sulla Borsa richiede alle aziende quotate al fine di avere un quadro esaustivo delle loro performance) emergono diverse informazioni sulla situazione societaria e da queste spiccano alcuni dati interessanti come ad esempio il numero d’impiegati full-time ora corrispondente a 60.400 persone contro i 49.400 dello scorso anno fiscale.

Fortune evidenzia come a ogni dipendente corrisponda un profitto per dipendente da 110.000$, un numero molto più elevato rispetto ad altre aziende del settore informatico. Google arriva a poco più di 87.000$ (metà dei dipendenti Apple), Microsoft a 63.700$ (con 90.000 dipendenti) e IBM a poco meno di 9000$ (e con ben 426.751 dipendenti). Anche se è sbagliato mettere sullo stesso piano IBM, Apple, Amazon, Google e altre aziende del settore l’utile per dipendente è ad ogni modo un parametro interessante per verificare la solidità delle varie aziende.

Apple nell’esercizio fiscale 2011 ha investito 2,4 miliardi in ricerca e sviluppo (da 1,8 miliardi del 2010 e 1,3 miliardi nel 2009) e speso 4,3 miliardi in strumentazione. 3,2 miliardi sono stati investiti nell’acquisto di asset, che comprendono i 2,6 miliardi corrisposti per Nortel, e 244 milioni sono stati pagati per acquisire società, come Siri.

Le spese per la pubblicità sono cresciute rispetto allo scorso anno del 35% e ammontano a 933 milioni di dollari. spese in pubblicità, cresciute del 35% rispetto allo scorso anno, a 933 milioni di dollari. Apple è proprietaria o ha in affitto edifici per quasi 4 milioni di metri quadrati, la maggior parte di questi si riferisce agli Store dislocati negli Usa e agli edifici per i data center. Apple ha 81,57 miliardi in contanti, titoli negoziabili e disponibilità liquide. La casa di Cupertino ha registrato utili per 37,5 miliardi di cash.

 

[A cura di Mauro Notarianni]