Media Player 10, Microsoft sfida ancora Apple

di |
logomacitynet696wide

Microsoft lancia un’anteprima di Windows Media Player 10. Nel software per il multimedia molte nuove funzionalità , la maggior parte delle quali mirano ad intaccare l’egemonia di iTunes Music Store e iPod.

Prove di rilascio per Windows Media Player 10. La nuova versione del software per il multimedia di Microsoft è apparso ieri per la prima volta in versione “preview”, una sorta di anticipazione in forma di beta immatura che serve a dare dimostrazione delle potenzialità .

Windows Media Player 10 presenta tra le principali novità  l’implementazione di Janus, nome in codice del nuovo sistema di protezione dei diritti digitali che nei progetti di Redmond dovrebbe consentire maggiore flessibilità  all’impiego dei file scaricati da Internet, pur garantendo una uguale sicurezza nella tutela del copyright. Tra l’altro Janus dà  la possibilità  a chi vende musica su Internet di fissare una data di scadenza per l’ascolto dei brani, una funzione utile a rafforzare la politica di vendita in abbonamento del servizio. Grazie a Janus, in pratica, diventerà  possibile disabilitare un brano quando terminano i diritti d’ascolto ovunque questo si stato caricato, compresi i lettori di musica digitale, e non solo quando esso è presente sull’HD del computer, come accade oggi.

Windows Media Player integra poi altre funzioni che puntano a dare ai produttori di lettori di musica digitale la possibilità  di competere con iPod. Tra di esse si segnala la capacità  di sincronizzare automaticamente i file dei dispositivi portatili con quelli presenti sul PC, siano essi musica, video e audio. Si rivolge invece a spingere la concorrenza ad iTunes Music Store la presenza di un sistema unificato per l’accesso a vari negozi di musica on line così che lanciando l’applicazione si può scegliere da quale “store” acquistare.

Secondo alcuni osservatori Windows Media Player 10 è evidentemente rivolto a semplificare e rendere omogenea la fruizione del multimedia tra i vari dispositivi da tasca, fissando uno standard che possa competere con quello introdotto da iPod che ha fatto un gran numero di proseliti proprio grazie all’interfaccia coerente e alla facilità  d’utilizzo. La sfida lanciata da Microsoft potrebbe però non essere facile vista le differenze i fatto di tecnologie, chip e scelte nel campo della componentistica, che impera tra i produttori di hardware.