Netbook, chi lo compra in gran parte è insoddisfatto

di |
logomacitynet696wide

Una indagine sentenzia: una parte rilevante di chi ha comprato un netbook si dichiara insoddisfatto delle prestazioni. Il consiglio ai produttori: “puntate più sulla mobilità  senza temere di alzare leggermente il prezzo”.

Gli utilizzatori di netbook in buona parte non sono soddisfatti del loro acquisto. La certificazione di un elevato grado di disappunto per questa fascia di prodotti, arriva da un sondaggio compiuto da NPD, una società  specializzata in analisi di mercato, su un campione di 600 consumatori americani.

Secondo NPD il problema principale è determinato dalle aspettative. Ben il 60% delle persone che hanno acquistato un netbook pensava di portarsi a casa un prodotto equivalente ad un laptop, scoprendo poi che non è così. Il risultato è che il 42% si è dichiarato deluso dall’€™acquisto; la percentuale di coloro che, probabilmente, non rifarebbero la stessa scelta è molto elevata nella fascia demografica tra i 18 e i 24 anni che per il 65% si ritiene non soddisfatto dalle prestazioni.

Un aspetto interessante è che il 60% del campione ha dichiarato di essere stato attratto da peso e fattore di forma ridotti, in chiave mobilità , ma poi la stessa percentuale di acquirenti ha dichiarato di non avere mai portato fuori il netbook da casa propria.

Questi fattori convergenti, delusione per le prestazioni ed esigenza di mobilità , hanno spinto Stephen Baker che ha elaborato l’€™indagine a consigliare i produttori di dispositivi di puntare maggiormente sulla ‘€œportabilità ‘€ con un pizzico di prestazioni in più, anche a costo di far salire i costi.

L’€™esito dell’€™indagine sembra dare ragione, almeno in parte, ad Apple che in passato ha sempre sostenuto di non essere interessata all’€™attuale mercato dei netbook, definiti come prodotti con prestazioni non soddisfacenti, un fattore di forma complicato e destinati a medio termine a tramontare nella loro attuale configurazione.