Sul mondo della masterizzazione la minaccia di una querela

di |
logomacitynet696wide

I produttori di software e hardware per la masterizzazione hanno usato come standard una tecnologia coperta da brevetto? L’accusa parte da una società  californiana che vuole portare in tribunale Roxio. Ma anche Apple e molti altri protagonisti dell’IT potrebbero essere coinvolti.

Guai legali all’€™orizzonte per Roxio. Una piccola società , denominata Optima Technology, reclama infatti danni milionari per il presunto utilizzo in maniera non autorizzata da parte dei produttori di Toast di tecnologie per la masterizzazione.

Secondo quanto si legge in una denuncia presentata al tribunale distrettuale della California centrale, il brevetto fa riferimento al metodo con cui il computer accede ai dati archiviati su un CD registrabile. Roxio avrebbe incorporato il brevetto intendendolo come parte di uno standard pubblico promosso dalla Optical Storage Technology Association (OSTA). Optima Techologies contesta proprio l’€™utilizzo da parte della OSTA della tecnologia per la creazione degli standard.

Se la posizione di Optima fosse ritenuta accettabile dal tribunale Roxio sarebbe solo la prima società  a dover rifondere i querelanti. Molti altri produttori hardware e software utilizzano gli standard di OSTA, tra questi anche Apple che li integra in Disc Burner. La stessa Optima precisa che in base all’€™esito della querela ai danni di Roxio verranno decisi passi successivi.