VPC per Windows

di |
logomacitynet696wide

Un emulatore PC per PC? Sono forse impazziti alla Connectix nel lanciare VPC per Windows? A leggere i documenti che presentano il nuovo prodotto non pare proprio…

A prima vista alla Connectix sembrano essersi lanciati in una impresa davvero senza senso: fare VirtualPC per Windows, ovvero offrire ad un PC un emulatore PC. A che serve, viene spontaneo chiedersi, avere un PC virtuale all’interno di un altro PC?La risposta arriva direttamente da Connectix che spiega il perchè di questa scelta che apparentemente è priva di ogni logica, con un documento che introduce il rilascio della preview di Virtual PC per Windows.”VPC per Win – dicono alla Connectix – consente di far girare più sistemi operativi nello stesso momento evitando di riavviare o di acquistare diverse macchine su ciascuna delle quali far girare un sistema operativo diverso. Con VPC gli utenti saranno in grado di avere un PC virtuale all’interno di un PC reale sul quale far girare applicativi diversi o sistemi operativi diversi”. In pratica, ci spiega Connectix, chi acquisterà  VPC per Win sarà  in grado di avere sulla stessa macchina due OS, Windows e Linux ad esempio, oppure Windows 95, Windows 98, Windows Millennium Edition, Windows NT, Windows 2000, MS-DOS, Red Hat Linux, TurboLinux, Free BSD, OS/2 Warp, Novell NetWare… “E se una macchina va in crash – sostiene Connectix – l’altra continua a girare”.I clienti privilegiati di un simile sistema dovrebbero essere in primo luogo gli sviluppatori che saranno in grado di sperimentare applicazioni su diverse piattaforme senza avere bisogno di avere macchine diverse, ma anche uffici che usano le varie versioni di Windows possono oggi trovare utile un prodotto del genere.Al momento Connectix offre per il download una preview gratuita. Una volta rilasciato VPC per Windows costerà  199$.