X-BOX, ma quanto mi costi!

di |
logomacitynet696wide

La X-BOX sta per arrivare anche in Europa ma ad un prezzo maggiorato rispetto agli USA e rispetto al Giappone. Riuscirà  ugualmente a scalfire la supremazia della PS2?

Microsoft sta per lanciare la sua X-BOX anche in Europa ma tra gli appassionati di giochi che attendono con ansia il suo debutto nel vecchio continente comincia a farsi largo un certo nervosismo se non irritazione nei confronti di Microsoft.
Secondo alcune fonti, poi confermate da Redmond, il lancio della consolle avverrebbe su una fascia di prezzo decisamente diversa da quella che si sarebbe potuti attendere dopo il lancio negli USA. Se infatti in America la X-BOX costa 299$, più o meno 340 euro, nel vecchio continente il suo prezzo sarà  aumentato di un buon 40%, ben 479 euro. Centotrenta euro in più (quasi 260.000 lire) non sono certo una bazzecola e sufficienti a far pensare almeno due volte i consumatori intenzionati all’acquisto, specie se si fa il confronto con l’affermatissima e strabordante di giochi (perché compatibile con versioni precedenti) PS2 che in Europa non è difficile trovare a poco più di 300 euro in attesa di ulteriori ed annunciati tagli al listino.
Microsoft ammette che il costo potrebbe essere un ostacolo sulla strada dell’adozione della X-BOX ma si giustifica con le tasse e ai costi di marketing e di distribuzione. Ma se è vero che in effetti in Europa le tasse arrivano quasi ovunque al 20% è difficile capire come si possa arrivare ad una maggiorazione di quasi il 50%, specie se poi si valuta il prezzo della stessa X-BOX in un paese come il Giappone dove addirittura avrà  un prezzo più basso che negli USA: 34.800 yen, 300 euro.
Mentre torme di giocatori si mobilitano (é on line anche una petizione che mira a indurre Microsoft a far ridurre i prezzi) si fa largo la convinzione che se le condizioni resteranno quelle annunciate potrebbe essere difficile per Redmond scalzare la supremazia di Sony. Almeno nel vecchio continente