iPad negli Usa ha già  messo all’angolo i netbook

di |
logomacitynet696wide

Una ricerca di Morgan Stanley rileva per il mercato dei netbook negli Usa un calo della crescita dal +641% del luglio dello scorso anno al 5% di aprile. Secondo la società di analisi è l’ìPad che comincia a far sentire i suoi effetti. Il 44% lo vorrebbe acquistare per sostituire un computer portatile tradizionale o “mini”.

iPad sta distruggendo il mercato dei netbook? Il giudizio sugli effetti che il dispositivo Appel sta producendo sulle vendite dei mini-portatili forse è un po’ radicale, ma sicuramente i grafici pubblicati nel corso della notte da Morgan Stanley dovrebbero se non altro fare alzare le antenne a diversi protagonisti del settore.

Secondo le rilevazioni pubblicate in un rapporto scritto da Katy Huberty e riprese dal blog Apple 2.0 di Philip Elmer-DeWitt, il mercato dei netbook è stato pesantemente colpito dal debutto del tablet. Il picco raggiunto lo scorso agosto con un eccezionale +641% rispetto al 2008 è un nostalgico ricordo da tempo visto che la curva di crescita da allora è in progressivo appiattimento, ma da gennaio, ovvero dall’annuncio di iPad, la flessione è andata avanti a suon di dimezzamento della percentuale di crescita ogni 30 giorni: dicembre +179%, gennaio +68,  febbraio, +53%, marzo +25%, aprile +5%, come dire che nel mese della effettiva disponibilità di iPad il trend di crescita dei delle vendite di PC non solo di quello dei portatili che ancora oggi viaggiano su tassi di crescita che in alcuni trimestri sono arrivati vicini al 20%.

Probabilmente la frenata non è dovuta interamente al lancio di iPad; nel mix che sta spingendo i clienti ad abbandonare l’idea di acquistare questo tipo di dispositivi ci sono anche altri fattori, dalla ripresa economica che ha dato maggior fiducia all’acquisto di prodotti più costosi alla delusione che serpeggia tra i primi acquirenti che si rendono conto che i Netbook spesso non fanno quel per cui li si acquista. In questo scenario l’iPad avrebbe avuto il merito di essere presente al momento giusto, quello della disillusione, offrendo a chi cerca un dispositivo da viaggio la possibilità di acquistarne uno che fa bene alcune delle cose per cui si acquista un mini-portatile ma che poi quest’ultimo non riesce a fare.

Una seconda tabella distribuita da Morgan Stanley sembra confermare questa ipotesi che vede i clienti interessati ad iPad per fargli prendere il posto di un netbook o addirittura di un laptop. Il 44% dei clienti statunitensi lo acquisterà o acquisterebbe per sostituire un portatile; da notare che iPad sembra in grado di rubare mercato non solo, come prevedibile, agli eReaders (28%) ma anche ai desktop (27%). Tra i candati alla cannibalizzazione anche l’iPod touch che potrebbe perdere a favore di iPad il 44% dei suoi utilizzatori.