Addio ai Dash Button di Amazon, Alexa li ha resi inutili

Dal prossimo 31 agosto i Dash Button, i bottoni fisici che permettevano di ordinare all'istante un prodotto specifico su Amazon senza passare dal sito, smetteranno di funzionare. Le alternative sono già attive da tempo e hanno contribuito alla loro fine.

amazon dash

Dal 31 agosto i Dash Button, i dispositivi fisici a forma di bottone che permettono di ordinare all’istante specifici prodotti senza passre per il sito di Amazon, non funzioneranno più.

Amazon non vende più i Dash button dall’inizio di quest’anno e ora l’azienda ha detto stop anche al supporto. In una mail inviata agli utenti Dash, Amazon ha fatto sapere che i pulsanti smetteranno di funzionare dal 31 agosto 2019.

Lo stop alla vendita è probabilmente legato al fatto che poche persone usano questi bottoni, Al sito C-Net un portavoce dell’azienda di commercio elettronico ha spiegato che l’uso è “considerevolmente rallentato” nel corso degli ultimi mesi.

amazon dash button 32 740

Al loro posto è possibile sfruttare dei pulsanti virtuali (Virtual Dash Button), disponibili in esclusiva per i clienti Prime, che permettono di effettuare ordini su prodotti che le famiglie acquistano con maggiore frequenza, come ad esempio carta igienica, le confezioni di cqua in bottiglia, cartucce per le stampanti,ecc.

Per farlo basta selezionare la voce “Aggiungi ai tuoi Dash Button” nella scheda di un prodotto compatibile, permettendo in queato modo di acquistarlo successivamente con un click. Gli ordini effettuati con i Virtual Dash Button vengono spediti senza costi aggiuntivi con Amazon Prime.

Ogni Virtual Dash Button ha il logo o il nome della marca del prodotto a cui è associato. Nel caso di più bottoni della stessa marca, viene aggiunta automaticamente un’etichetta univoca per ognuno di essi, in modo da semplificare l’identificazione del prodotto che viene ordinato. Cliccando sul logo della marca, verranno visualizzate le informazioni relative al prodotto, come ad esempio il prezzo e sarà possibile etichettare o eliminare il bottone.

I Dash Button furono presentati da Amazon nil primo del aprile 2015, tanto che in molti pensarono a uno scherzo; nel nostro Paese sono arrivati alla fine dell’anno successivo. Il ritiro dei Dash button non è una novità e l’annuncio era stato fatto a marzo di quest’anno. Amazon aveva giustificato la mossa evidenziando la possibilità di usare la stessa funzione con gli smart speaker con Alexa o con i pulsanti virtuali, ma anche dil servizio Amazon Dash Replenishment, che consente di ordinare alcuni prodotti automaticamente quando le scorte sono in esaurimento.