HomeMacityFinanza e MercatoAdozione Apple Pay, solo il 25% del grandi venditori USA l'ha introdotto

Adozione Apple Pay, solo il 25% del grandi venditori USA l’ha introdotto

Meno del 25% delle cento principali aziende americane per la vendita al dettaglio usano Apple Pay. È questa la cifra, non pessima in assoluto, ma certo non entusiasmante come avevano lasciato intendere i vertici della Mela, dell’utilizzo del sistema di pagamento elettronico. A fare una indagine dalla quale emerge che se non altro Apple ha ancora molto lavoro da fare prima di avere una definitiva affermazione è Reuters.

L’inchiesta ha coinvolto 98 dei primi cento venditori per fatturato negli Stati Uniti (due non hanno negozi fisici), 96 hanno risposto e di questi solo più o meno 25 (Reuters dice “circa un quarto”) ha detto di essere in grado di accettare Apple Pay, altri 4 sono intenzionati a farlo nel corso del 2016, ma la parte restante sostiene di non avere alcuna intenzione di farlo. La ragione di questa refrattarietà ad abbracciare la soluzione Apple sono molteplici ma le principali sono: domanda insufficiente da parte dei clienti, ridotto accesso ai dati raccolti da Apple nella transazione (un aspetto importante per il marketing), costo della tecnologia e soluzioni concorrenti. Diverse grandi catene avrebbero infatti affermato di essere in attesa di un sistema creato da un’associazione di retailers, che potrebbe essere CurrentC, una soluzione che offrirebbe, appunto, maggior controllo sui dati raccolti nel contesto della transazione. Chi adotterà CurrenC non potrà adottare Apple Pay per tutto il 2015.

Adozione Apple Pay

Un aspetto interessante è che i clienti che usano Apple Pay lo fanno principalmente per curiosità. Di fatto lo provano una volta, ma poi non ripetono l’esperienza. Secondo InfoScout il 15% dei possessori di iPhone 6 ha utilizzato il sistema elettronico, ma solo il 6% lo usa costantemente. Questo dipenderebbe anche dal fatto che la gente frequenza negozi che non accettano Apple Pay.

Tra le considerazioni di cui tenere conto è che la percentuale di pagamenti elettronici con sistemi simili ad Apple Pay è ancora minuscola; si tratta di appena il 4%. Non ci sono dati molto precisi sulle quote di mercato, ma secondo Steve Weinstein, senior internet analyst di ITG, Apple ha “sensibilmente aumentato il suo mercato nel corso degli ultimi sei mesi, mentre Google Wallet è in stallo. Tim Cook aveva detto a gennaio che ogni tre dollari spesi in pagamenti elettronici, due sono trasferiti usando Apple Pay.

Offerte Speciali

macbookpro14e16

Sconti su MacBook Pro 16″ e MacBook 14″, risparmiate fino a 530 euro

Continuano gli sconti importanti di Amazon sui Mac. Ecco tutti i migliori affari di oggi con risparmi fino a oltre 500 euro
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial