AI Portraits Ars, i selfie diventano ritratti di grandi artisti dipinti dall’intelligenza artificiale

L'intelligenza artificiale ha imparato a dipingere e trasforma le foto in un ritratto con AI Portraits Ars.

AI Portraits Ars, i selfie diventano ritratti di grandi artisti dipinti dall’intelligenza artificiale

Ritratti digitali, ma con colori sfumati, alcuni tratti valorizzati da pennellate più precise, sfondi neutri, come se fossero quadri dipinti da artisti come Rembrandt, Tiziano, Van Gogh e nascosti in qualche salotto o museo. AI Portraits Ars, grazie a un algoritmo e alla potenza dell’intelligenza artificiale, offre a ciascuno la possibilità di avere un ritratto così. Alle foto AI Portraits Ars non applica semplicemente un filtro, come tanti altri servizi e app, ma, grazie all’intelligenza artificiale realizza una rappresentazione grafica originale del soggetto e offre agli utenti l’emozione di essere ritratti dai migliori artisti del mondo.

Nella settimana in cui Facebook e gli altri social network sono stati invasi dalle fotografie di utenti improvvisamente invecchiati grazie a FaceApp, ecco ora un’alternativa, più divertente sicuramente, che ha riscosso un grande successo. Tanto da dover sospendere l’accesso al sito internet di AI Portraits Ars per oltre 24 ore.

Chi desidera sperimentare AI Portraits Ars e ottenere un ritratto nello stile preferito può visitare il sito di AI Portraits Ars, caricare una fotografia qualsiasi di sé e attendere il risultato. I ritratti saranno generati in alta definizione: questo consentirà all’utente di non perdersi neanche una pennellata del proprio ritratto.

AI Portraits Ars, i selfie diventano ritratti di grandi artisti dipinti dall’intelligenza artificiale

AI Portraits Ars è il risutato del lavoro dei ricercatori del MIT-IBM Watson AI Lab. Il sito utilizza un algoritmo basato sull’analisi di 45mila ritratti, dipinti olio su tela, acquerello o inchiostro. L’algoritmo copia le linee delle caratteristiche del volto e le usa come base per generare un ritratto completamente nuovo. In quale stile ritrarre, lo decide l’algoritmo in base all’immagine che l’utente gli fornisce.

Per chi è preoccupato per la privacy, una rassicurazione arriva dalla pubblicazione online TheVerge, che dichiara che i creatori del sito promettono l’eliminazione delle immagini subito dopo l’uso.

Ora non rimane, dunque, che attendere la riattivazione del sito AI Portraits Ars, per vedere se il proprio volto appartiene a qualche ballerina degli impressionisti, ai popolani nelle campagne dell’Ottocento o di accigliati pensatori ritratti da artisti del Novecento.

Tutte le novità per chi è appassionato di foto editing si possono trovare nella sezione di Macitynet dedicata alla fotografia digitale e alle app per le foto.