Home Hi-Tech Wireless Airport Base Station? No, grazie. Ma....

Airport Base Station? No, grazie. Ma….

Una delle domande che i nostri lettori ci ripetono sempre piu’ spesso in questi giorni verte sulla configurazione di una rete Airport domestica o per piccoli uffici.L’utente medio si chiede se valga la pena acquistare una Base Station per navigare entro le mura domestiche senza fili o per collegarsi ad un server da una parte all’altra del proprio ufficio senza fastidiosi cavi.In realta’, quando sono presenti in un ambiente due o piu’ Mac di costruzione recente (G4, iBook, iMac DV, PowerBook Pismo e Titanium) o un portatile G3 con scheda PCMCIA di Wavelan, uno dei computer puo’ benissimo funzionare da Stazione Base.In effetti la Base Station ha al suo interno una scheda PCMCIA di tipo Orinoco (produzione Lucent), e due porte, un modem 56k e le connessione per la rete 10/100: tutte caratteristiche che potrete ritrovare nel vostro Mac equipaggiato con una scheda Airport e gia’ dotato di tali porte.Allora perche’ spendere 599.000 L. (piu’IVA) per una base station quando con sole 199.000 L. potete trasformare il Mac che sta al centro della vostra casa o studio nella interfaccia tra la vostra rete wireless interna e internet?Si perche’ un’altra delle caratteristiche di Airport e di un computer dotato della scheda e in modalita’ Base Station e’ quello di poter condividere una connessione internet, un collegamento PPP con il proprio provider, (o persino una connessione ADSL) tra tutti gli utenti che accedono alla rete attivando quando necessario il modem interno per collegarsi e permettendo la navigazione, lo scambio di posta e quant’altro anche sulla macchina base.Ma quando e perche’ usare una Base Station reale? E’ la soluzione ottimale quando non avete un secondo Mac fisso collegato alla rete, quando dovete collegare due portatili in movimento con una stazione fissa, quando la portata dell’antenna contenuta all’interno dello chassis di un iMac o G4 non vi permette di ottenere la stessa efficienza e portata che l’involucro conico della Base Station e’ in grado di assicurarvi.Ovviamente la Base Station di Apple e’ comodissima quando dovete creare reti wireless “al volo” o quando avete un solo portatile da gestire in un spazio ampio come una bella casa o un grande ufficio.Nella nostra sezione airport abbiamo fatto piu’ volte esempi di utilizzazione di Airport ma quello piu’ interessante e utile lo abbiamo visto sul sito Apple: una scuola ha realizzato un carrello con spazio per 10 iBook (sistemati in una scaffalatura) ed una Base Station.Grazie allo scarso peso della soluzione e sopratutto al suo scarso ingombro e’ cosi’ possibile realizzare una aula multimediale trasportabile da utilizzare al momento del bisogno in qualsiasi ambiente della scuola, riducendo le esigenze di spazio (pensate a quante volte le scuole si lamentano di avere a disposizione un’aula multimediale) e mettendo a disposizione di qualsiasi classe (grazie anche all’intelligente gestione delle password con il Portachiavi di Mac OS 9) uno strumento versatile e facilmente collegabile ad una rete interna o esterna.Per completare la vostra conoscenza di Airport vi invitiamo a leggere la nostra completa FAQ di MacProf su Airport recentemente aggiornata e tutta la sezione Airport di MacProf con notizie su prodotti e applicazioni della tecnologia.

Offerte Speciali

AirPods 2 con custodia a ricarica wireless al prezzo minimo: 196,90 €

AirPods 2 quasi a metà prezzo e al minimo storico, 99 euro

Su Amazon gli AirPods 2 senza custodia di ricarica wireless vanno al minimo storico: solo 99 euro.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,939FollowerSegui