fbpx
Home iPhonia il mio iPhone I migliori caricabatterie wireless per iPhone per i delusi da Airpower

I migliori caricabatterie wireless per iPhone per i delusi da Airpower

Adesso che Apple ha cancellato ufficialmente il progetto AirPower, la base di ricarica wireless che prometteva di caricare contemporaneamente iPhone, Apple Watch e AirPods, è caccia al miglior pad Qi per iPhone. In questo articolo elenchiamo le migliori basi di ricarica wireless per iPhone, le alternative AirPower e quelle più economiche.

Le basi di ricarica wireless Qi hanno acquisito punti anche tra la base di utenti iOS da quando Apple ha introdotto i suoi iPhone X, iPhone 8 e iPhone XS. Con iPhone XS, XS Max e iPhone XR la Mela ha dato continuità alla tecnologia e anche nell’annunciare la “morte” di AirPower la società ha comunque evidenziato che continuerà a credere nella ricarica wireless, e a spingerla oltre gli attuali limiti. I motivi per acquistare un pad di ricarica wireless sono ormai molti. Di seguito indichiamo una lista con quelle più interessanti sul mercato, da quelle più costose a quelle più economiche, ma comunque tutte valide e in grado di ricaricare i nuovi smartphone Apple senza fili.

I migliori caricabatteri wireless per iPhone
RAVPower Caricatore Wireless Qi 5W

Minimale nel design, la base Qi RAVPower permette una ricarica veloce fino a 10W per dispositivi compatibili con la tecnologia Quick Charge. Consigliata, dunque, a chi dispone, oltre agli ultimi terminali della Mela, anche dispositivi Android dotati di supporto alla ricarica veloce, come Samsung Galaxy S8. I dispositivi non Quick Charge vengono riaricati con una  potenza massima di 5W. E’ dotata di un indicatore a LED, che si illumina in blu o verde per indicare rispettivamente lo stato di standby e quello di ricarica. Non è tra i più veloci in commercio, ma il suo rapporto qualità prezzo lo rende un acquisto molto valido.

RAVPower 10W

Sempre di RAVPower è in commercio uno stand di ricarica wireless da 10W, che potrà essere sfruttato al meglio anche con dispositivi Android, oltre che con tutti gli iPhone abilitati alla ricarica Qi. Grazie alla sua forma allungata è possibile mantenere in verticale il dispositivo alloggiato, continuando ad utilizzarlo mentre ricarica. Integra 2 bobine e offre una base in silicone che trattiene lo smartphone e riduce i rischi di graffi.  Inoltre, le prese d’aria migliorano il raffreddamento, utile per accelerare la ricarica.

Expresstech

A 12,99 euro, invece, si trova il modello di Expresstech, che si differenzia dai modelli appena citati elencate per via di un’estetica più futuristibile con iPhone 8 e iPhone X, consigliata a chi ama colori accesi.. Tra le caratteristiche, supporta Input 5V / 2A e un’uscita 5V / 1A.

BOOST UP

Boost UP è la vera alternativa ad AirPower, quella che più si avvicina al concetto Apple. Anzitutto perché Belkin è uno dei produttori di accessori più quotato sul palcoscenico. Boost Up è una soluzione di ricarica all-in-one per dispositivi Apple, quali iPhone e Apple Watch, AirPods o iPad. Fornisce le massime velocità di ricarica wireless possibili per modelli di iPhone con tecnologia Qi, fino a 7,5 W, e per Apple Watch fino a 5 W.

Supporta la modalità Notte per la funzione di sveglia dell’Apple Watch durante la ricarica e offre anche una porta USB-A aggiuntiva per ricaricare un terzo dispositivo, inclusi AirPods, iPad e altri ancora. Naturalmente supporta iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR, iPhone X, iPhone 8, iPhone 8 Plus e Apple Watch Serie 4, 3, 2 e 1

Il prezzo, naturalmente, è più elevato rispetto agli altri, ma anche le funzionalità e la qualità del prodotto sono di altra categoria.

Belkin e Mophie

Ancora, rimanendo nel campo delle basi più sofisticate (e meno economiche, Apple ne propone attualmente due, in collaborazione con BelkinMophie. Entrambi sono molto simili, e godono della tecnologia Boost Up per fare il pieno alla batteria senza lunghe attese e senza bisogno di cavi. Supporta lo standard wireless Qi con una potenza fino a 7,5W, anche se per attivare la ricarica wireless veloce sarà necessario un aggiornamento software gratuito,  disponibile nel corso dell’anno. Entrambe sono compatibili con la maggior parte delle custodie fino a 3 mm di spessore, per poterla ricaricare senza dover “spogliare” il proprio device.

Choetech

Al di sotto di 20 euro, Choetech propone un modello con caratteristiche tecniche simili a quelle elencate sopra, ma di diversa forma, in grado di reggere e ricaricare il terminale in posizione verticale. Si tratta oltre che di una semplice base di ricarica, anche di uno stand, che potrebbe risultare comodo per avere sempre il display a portata di vista; con iPhone X potrebbe essere particolarmente utile, dato che il dispositivo accenderà lo schermo non appena Face ID accende lo schermo non appena “incrocia” lo sguardo della persona registrata.

Anker PowerWave

Anker è tra i brand che risaltano nella fascia di accessori economici per i dispositivi Apple, spesso dotati di un ottimo rapporto qualità prezzo. La base di ricarica wireless PowerWave è naturalmente compatibile con iPhone 8, iPhone X e XS, oltre che con iPhone XR e i dispositivi Android Qi. Funziona con tutti i dispositivi che supportano la ricarica wireless, inclusi gli ultimi iPhone (7.5W) e i modelli di punta Samsung (10W). E’ possibile riporre lo smartphone in orizzontale per caricare mentre si guarda un video, o in verticale quando si mandano messaggi o si utilizza il Face ID. E’ a prova di custodia,  quindi ricarica anche quando si usa una cover.

Anker PowerWave Pad

Ancora Anker, che a 39,99 euro ne propone un’altra di forme e design eleganti e moderni, molto potente e dotata nella confezione anche di alimentatore. Anche in questo caso la ricarica avviene con caratteristiche tecniche da 10 W. A differenza di altri prodotti simili Anker prova qui a migliorare l’efficienza del sistema grazie ad una ventola interna che raffredda il dispositivo e quindi riduce il decremento di potenza.

Funxim X8

Se siete rimasti delusi dalla cancellazione di AirPower, e non volete spendere cifre da capogiro per averne una simile per forma e design, ecco allora Funxim X8. Ha una forma allungata e permette di ricaricare, con un trucco, iPhone e Apple Watch contemporaneamente. Ed infatti, è necessario inserire il caricabatterie di Apple Watch all’interno della base di ricarica. Potrebbe sembrare un metodo spartano, ma alla fine risulta una soluzione efficace.

Spigen Essential F303W

Macitynet lo ha recensito a questo indirizzo. Il brand è ben noto ed è sinonimo di qualità a prezzi contenuti. Tra le principali caratteristiche di questo pad wireless la presenza di 2 bobine, che consentono di posizionare il device sia orizzontalmente, che verticalmente, potendo così godere sempre e comunque di una ricarica continua e precisa. Spigen Essential permette di ricaricare i dispositivi sia tramite la ricarica standard da 5V 2A, ma supporta anche la ricarica fast da 9V 1.67A.

Sono solo queste?

Ovviamente, no. Basta effettuare una ricerca su Amazon per scoprire quante basette di ricarica wireless siano compatibili con i nuovi iPhone X e iPhone 8. Alcune di queste potrebbero non essere certificate da Apple e, dunque, il loro utilizzo potrebbe non essere garantito nel tempo, per via di futuri ed eventuali aggiornamenti iOS di Apple. Al momento, però, non si registrano particolare restrizioni e tutte le basi funzionano come previsto.

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,290FollowerSegui