Al CES 2018 il primo village italiano con le migliori start up Made in Italy

ces 2018 logo icon 900 2

[banner]…[/banner]

Per la prima volta una delegazione italiana è presente alla più importante fiera al mondo per l’elettronica di consumo: al CES 2018 giornalisti, media e addetti ai lavori provenienti da tutto il pianeta possono visitare il village italiano, un’area espositiva che presenta fino a 60 start up selezionate che desiderano affacciarsi a mercati e finanziatori USA e mondiali.

La delegazione italiana pubblico-privata è coordinata da TILT, Teorema Incubation Lab Trieste, un hub che sviluppa start up nell’Information Technology, ideato da Teorema Engineering e realizzato in collaborazione con AREA Science Park, ente nazionale di ricerca che opera sotto il controllo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attivo da quasi quarant’anni nel mondo dell’innovazione a sostegno delle imprese. All’iniziativa contribuiscono l’Università degli Studi di Trieste, Microsoft Italia e il Comune di Trieste.

La missione a Las Vegas nasce dalla consapevolezza dei fondatori di TILT, in particolare dal presidente di Teorema Engineering, Michele Balbi, e da AREA Science Park, della mancanza di un’ “Area Italia” al Consumer Electronics Show e ha subito trovato sostegno da parte di Associazioni e imprenditori. Il comitato promotore è composto da TILT, UniCredit StartLab, Italia Startup (l’Associazione che raggruppa primari incubatori italiani, acceleratori e start up), e-Novia e Industrio con la collaborazione di APSTI – Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, con il supporto della CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università italiane, e la segreteria organizzativa curata dal World Trade Center Trieste.

La missione ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e vede la collaborazione dell’Istituto del Commercio Estero (ICE), che ha avviato le procedure per una missione ufficiale italiana.

La selezione delle start up è stata estremamente accurata grazie alla presenza di esponenti di rilievo del mondo della ricerca e dell’innovazione. Tra questi il Professor Maurizio Fermeglia, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, e il Direttore Generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, che, con la sua partecipazione, garantisce il supporto delle più importanti aree di ricerca e innovazione nazionali. Grazie al lavoro svolto sul territorio, in quasi quarant’anni di attività, AREA Science Park può contare su una profonda conoscenza delle dinamiche di sviluppo di nuove aziende e un notevole patrimonio di start up, elementi che hanno contribuito al consolidamento di TILT.

Le start up che espongono nel village italiano del CES 2018 sono state selezionate tra due tipologie di aziende: start up pre-lancio cioè realtà che intendono lanciare da gennaio un nuovo prodotto e anche start up avviate, aziende con un prodotto avviato sul mercato, che generano un fatturato e hanno eventualmente raccolto finanziamenti da investitori. I settori privilegiati sono: Mobility – Smart Transportation, Automotive – Industry 4.0 – BioTech / MedTech – FashionTech – AgroTech / FoodTech

Nei mesi precedenti al CES 2018, che si svolge a Las Vegas dal 9 al 12 gennaio 2018, il comitato si è impegnato a cercare in questi ambiti sia gli sponsor sia le start up poiché vuole presentare la creatività italiana e la capacità di affrontare mercati globali in settori di eccellenza, inclusi quelli di avanguardia, innovazione e tecnologia. A Las Vegas è stato creato un “village italiano” come area espositiva, affiancato da eventi come una serata specificamente dedicata agli investitori e una conferenza di presentazione della creatività tecnologica italiana nel mondo.

village italiano ces 2018
«Questo è solo uno dei passi che riteniamo indispensabili per dare rinnovata competitività alle nostre aziende, congiuntamente all’inserimento di competenze tecnologiche, e digitali in particolare, che non può più attendere» ha dichiarato Michele Balbi, Presidente di Teorema. «Estendere i prodotti tradizionali con componenti digitali, integrare nei processi produttivi nuove modalità operative agevolate dalle nuove tecnologie, aiutare le aziende a raggiungere nuovi clienti grazie al web e allo sfruttamento dei nuovi device, fare patrimonio dei dati raccolti (o raccoglibili) grazie ad IOT e alla loro interpretazione sono componenti irrinunciabili per il successo delle nostre imprese e per continuare ad avere una presenza significativa a livello nazionale e internazionale. Questo è il “sogno” che coltiviamo e che perseguiamo con passione e con tutte le nostre energie. Ci auguriamo che questa prima missione italiana, frutto della collaborazione virtuosa tra Pubblico e Privato, possa essere il primo passo per dare alla nostra nazione nel suo complesso un ruolo chiave nel mercato delle nuove tecnologie, sempre più importante per la creazione di valore e posti di lavoro».

«Il CES è una grande opportunità per giovani e promettenti startupper di presentarsi sul mercato internazionale e trovare investitori disposti a finanziare idee innovative e nuove tecnologie» commenta Stefano Casaleggi, Direttore di AREA Science Park. «La vera sfida, per noi, è essere presenti a Las Vegas come sistema, un’unica delegazione Italiana frutto di una partnership pubblico-privata, che ha un obiettivo comune. Quando riesce a fare questo il nostro Paese può ottenere risultati concreti, essere competitivo e valorizzare le numerose risorse che ha».

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa è possibile partire da qui: per l’elenco delle start up italiane che espongono nel village italiano del CES 2018 è possibile visitare questo link. Sulle pagine di Macitynet torneremo a parlare delle start up Made in Italy più interessanti, dei loro prodotti e servizi esposti all’interno del village italiano del CES 2018: gli inviati della nostra redazione sono presenti a Las Vegas per offrire ai lettori articoli, approfondimenti, fotogallerie e video di tutte le principali novità. Tutti gli articoli con le novità dal CES 2018 sono disponibili a partire da questa pagina di Macitynet.it.