fbpx
HomeHi-TechHardware e PerifericheAMD porta 3 e 4 core anche nei portatili sottili e compatti

AMD porta 3 e 4 core anche nei portatili sottili e compatti

AMD si rilancia nei sistemi notebook con una nuova linea di nuove CPU AMD dotati 3 e 4 nuclei di calcolo con specifiche di Thermal Design Power (siglato TDP) idonee per l’integrazione anche nei sistemi notebook più compatti e sottili.

Il più potente modello a 4 nuclei è il Phenom II Black Edition da 2,3GHz, 2MB di memoria cache L2 ma che offre un TDP da 45W, in pratica adatto solo per i super portatili PC di dimensioni e peso generosi proposti come sostituti del dekstop. Più interessante il Phenom II Quad-Core Mobile proposto in due versioni: il modello N930 con frequenza da 2GHz e TDP da 35Watt e il modello P920 con clock a 1,6GHz e con un TDP contenuto a soli 25Watt. Entrambi offrono una cache L2 di 2MB.

Per avere un confronto rapido con il mondo della Mela oggi tutto Intel, ricordiamo che il MacBook Pro più potente ora monta un Core i7 da 2,66GHz, 4MB di cache L2, con un TDP da 35Watt: lo stesso TDP vale anche per le CPU Core i5 da 2,4GHz e 2,53GHz integrati nei MacBook Pro dotate di 3MB di memoria cache L2.

AMD propone anche processori mobile dotati di 3 core di calcolo: si tratta di Phenom II Triple-Core nelle versioni da 2,1GHz e 35Watt di TDP e del modello P820 da 1,8GHz con TDP di 25Watt. Qui la memoria cache è di 1,5MB. L’offerta di AMD poi prevede vari modelli dual core: il Phenom II codice N620 da 2,8GHz, 2MB di cache L2 e TDP da 35Watt, due versioni del Turion II dual core da 2,5GHz e 2,3GHz rispettivamente con TDP da 35W e 25W, infine l’Athlon II Dual Core da 2,3GHz (35Watt) oppure da 2,1GHz (25Watt).

La lineup di processori mobile 2010 risulta particolarmente interessante perché tutti i modelli integrano una nuova generazione di GPU grafica Radeon HD 4250 che il costrutore indica come il doppio più veloce rispetto alle soluzioni integrate Intel. A questa GPU integrata può ovviamente essere affiancata una scheda video dedicata.

Il passaggio di Apple a Intel e all’architettura X86 ha reso la collaborazione tra Cupertino e AMD del tutto possibile dal punto di vista tecnico, in molti casi anche ipotizzata o prevista da analisti e rumors. Fino a oggi però AMD non è stata in grado di offrire una lineup di processori competitivi per rapporto tra consumi e prestazioni per quanto riguarda il settore mobile; con gli annunci di oggi, in attesa di test e valutazioni pratiche, la situazione sembra decisamente migliorata. Che questo sia sufficiente a spingere Apple verso AMD è tutto da vedere, ma certo se le promesse saranno mantenute la Mela potrebbe avere tutto l’interesse ad avere a disposizione un’alternativa ad Intel; in questo momento, in particolare, questo significherebbe dotarsi di processori a costi più economici di quelli Intel accanto ai quali collocare schede grafiche integrate ad alte prestazioni liberandosi dai “posti di blocco” messi in atto, anche con azioni legali, verso la concorrenza nel settore dei chipset, azioni che stanno mettendo in difficoltà anche Apple.

Ricordiamo, un caso per tutti, la querelle legale tra Santa Clara ed Nvidia che ha costretto Apple a restare ferma ai Core 2 Duo per i MacBook Pro da 13 pollici (dove è ancora possibile usare le GeForce mobili) così da non essere costretta ad adottare gli scarsamente potenti processori Intel HD

AMD lineup cpu mobile 2010

Offerte Speciali

Bozza automatica

iPad Pro 2021 11″ al minimo su Amazon: 256 GB a 931€ invece che 1009€

iPad Pro 11" 2021 è ancora in sconto su Amazon. Lo comprate al prezzo più basso del mercato nella versione 256 GB con schermo 11", solo 947 euro (e potete pagare anche a rate senza interessi e senza garanzie.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial