Apple ha eliminato l’app “complottista” QDrops dall’App Store

QDrops

Via dall’App Store “QDrops”, app di supporto ad assurde teorie e notizie prive di senso su un circolo segreto di pedofili infiltrati nei piani alti di Hollywood e Washington

Apple ha eliminato dall’App Store un’app denominata “QDrops” e il cui unico scopo era pubblicare notizie a supporto delle assurde teorie di QAnon, un fantomatico leaker che avrebbe accesso a informazioni top secret sulle operazioni “eroiche” dell’amministrazione Trump, un uomo che avrebbe rivelato  folli notizie prive di senso e fondamento su un circolo segreto di pedofili infiltrati nei piani alti di Hollywood e Washington che vede tra i suoi componenti Clinton e Obama.

L’app è stata rimossa dall’App Store domenica 15 luglio dopo specifiche segnalazioni da parte dei reporter di NBC News che hanno avvisato Apple. L’app, presentata ad aprile, aveva raggiunto il 10° posto nella classifica generale dell’App Store e il 1° posto nella sezione Entertainment dello store digitale della Mela.

“L’App Store sostiene sempre tutti i punti di vista come vengono rappresentati a condizione che le app siano rispettose nei confronti degli utenti che hanno un’opinione differente e che la qualità dell’esperienza sia ottima” ha spiegato Stephanie Saffer di Apple in una dichiarazione per la stampa riportata da NBC News. “Abbiamo pubblicato chiare linee-guida che gli sviluppatori devono seguire affinché le loro app siano distribuite sull’App Store, progettate per promuovere l’innovazione e garantire un ambiente sicuro per tutti i nostri utenti. Agiremo rapidamente rimuovendo qualsiasi app che viola le nostre direttive o la legge. Ci facciamo carico di queste responsabilità molto seriamente”.

Apple ha eliminato l’app “complottista” QDrops dall’App Store

Gli sviluppatori di QDrops sono “marito e consorte del North Carolina”, Richard e Adalita Brown. L’app è stata distribuita per 0,99$ ed è ancora disponibile su Google Play. ome abbiamo spiegatoin passato, l’App Store è un mondo fatto di trucchi, errori, giochi di parole, complesse procedure di approvazione e incomprensibili rifiuti; ma anche un mondo che si è evoluto e che oggi deve gestire un’incredibile complessità di situazioni, e non sempre è facile tenere conto di ciò che è approvato e molti problemi si comprendono solo dopo l’effettiva approvazione.