Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Apple in trattativa per chiudere gli uffici a Mosca

Apple in trattativa per chiudere gli uffici a Mosca

Apple è in trattativa per la chiusura degli uffici a Mosca, non più operativi poco dopo l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio 2022, offensiva che ha portato a una brusca escalation del conflitto russo-ucraino.

La Mela era stata obbligata ad aprire degli uffici in loco, dalle autorità russe le quali obbligano le imprese che operano in loco a fornire servizi da uffici locali, rischiando altrimenti di dover affrontare limitazioni e interdizioni.

Apple non ha lasciato i dipendenti locali a mani vuote; non ha rinnovato il contratto di locazione degli uffici (dai quali si vede il Cremlino) ma – dopo l’invasione – ha riallocato e trasferito molti dipendenti nel Kirghizistan, a Dubai e a Londra.

Apple si è ritrovata con uffici inutilizzati, con un contratto di locazione che – riferisce Moscow Times – scade a gennaio 2025.

La Mela sta cercando di rescindere il contratto di locazione ma non è una mossa semplice.

Da notare che, nonostante le scelte di Apple, il brand della Mela è popolarissimo e apprezzato in Russia. Gli iPhone rappresentano il 15% degli smartphone venduti nello Stato transcontinentale, e stime riferiscono di 32 milioni di dispositivi venduti nel 2021 nella Federazione.

Google dichiarerà fallimento in Russia

In Russia la Mela ha ufficialmente bloccato la vendita dei prodotti (che qualcuno riesce ad ogni modo a ottenere con vari mezzi), ha bloccato Apple Pay, eliminato app di propaganda filo russa quali RT News e Sputnik News, e disabilitato funzionalità dedicate al traffico e agli incidenti nelle Mappe (le indicazioni sulle mappe potevano essere sfruttate per seguire i movimenti della popolazione).

A marzo di quest’anno il vice primo ministro ucraino, Mykhailo Fedorov, aveva scritto una lettera al CEO di Apple, Tim Cook, invitando Apple a fermare la vendita di dispositivi e bloccare l’accesso all’App Store in Russia: “Mi appello a lei e sono sicuro che non solo ascolterà ma farà anche tutto il possibile per proteggere l’Ucraina, l’Europa e alla fine tutto il mondo democratico dalla sanguinosa aggressione autoritaria, interrompendo la fornitura di servizi e prodotti Apple alla Federazione Russa, incluso il blocco dell’accesso all’App Store”, era scritto nella lettera; e ancora: “Siamo sicuri che azioni di questo tipo motiveranno giovani e la popolazione attiva della Federazione Russa bloccando proattivamente la vergognosa aggressione militare”.

Per tutte le notizie di tecnologia che ruotano attorno alla tematica della guerra tra Russia e Ucraina, e per vedere quali sanzioni hanno applicato le big tech, come Apple, il link da seguire è direttamente questo.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità