fbpx
Home iPhonia Apple Watch Apple Pay in Cina, debutto con problemi causati dalle troppe richieste

Apple Pay in Cina, debutto con problemi causati dalle troppe richieste

Il grande giorno di Apple Pay in Cina è stato ieri: infatti giovedì 18 febbraio, come anticipato correttamente, il servizio di pagamento digitale della Mela è risultato disponibile per i cittadini cinesi che possiedono iPhone 6s, iPhone 6 e Apple Watch. L’importanza dell’arrivo di Apple Pay in Cina è stata più volte sottolineata da Apple e anche da Tim Cook: il Ceo di Cupertino ha dichiarato in un paio di occasioni che l’operazione è della “massima priorità”, dovuta all’estensione del mercato cinese ma forse anche per una diffusione inferiore alle aspettative in USA e Regno Unito.

Apple Pay in Cina, il servizio è stato appena lanciato
Per assicurare la massima diffusione possibile Apple Pay in Cina risulta fin da subito attivabile con l’80% delle carte di credito e di debito in circolazione. Dalle prime ore dell’alba di ieri e fino a sera ma, secondo alcuni, anche fino a poche ore fa, il funzionamento ha presentato rallentamenti e anche errori nella fase di registrazione delle carte in Apple Pay da parte degli utenti. Secondo un portavoce di Apple in Cina i problemi sono dovuti all’elevato numero di utenti che tentano di iscriversi al servizio in contemporanea. La filiale di Apple in Cina dichiara che la situazione migliorerà con il passare delle ore.

Le prime stime degli iscritti Apple Pay in Cina sono cospicue: sembra che già ieri mattina alle 5 le attivazioni fossero 10 milioni, per arrivare fino a 38 milioni alle 5 di sera, come riportato da Mashable. Ora non rimane che attendere per osservare il completamento del lancio e soprattutto per verificare se, dopo i primi utilizzi sperimentali, Apple Pay diventerà un sistema di pagamento impiegato quotidianamente o meno dai cinesi.

Apple Pay in Cina, il servizio è stato appena lanciato

Offerte Speciali

Black Friday: per il nuovo iPad comprate Logitech Crayon a prezzo minimo, solo 42,99 €

Su Amazon Logitech Crayon scende al prezzo più basso della sua storia. La vera e unica alternativa ad Apple Pencil vi costa solo 49,99 euro.