HomeMacityNuove TecnologieApple userà Tesla Megapack nel suo parco solare

Apple userà Tesla Megapack nel suo parco solare

Apple ha annunciato i suoi progressi per convertire la sua intera filiera di produzione a fonti di energia rinnovabile, oltre 110 fornitori inclusi, insieme a uno dei più grandi progetti di stoccaggio energia green negli Stati Uniti: per immagazzinare l’eccesso si energia prodotta dal suo parco solare e alimentare Apple Park Cupertino impiegherà batterie Tesla Megapack.

Nel comunicato ufficiale la multinazionale di Cupertino non lo dichiara, in ogni caso l’impiego da parte di Apple di Tesla Megapack emerge dai documenti depositati presso la contea di Monterey relativi ai lavori in corso.

Apple userà Tesla Megapack nel suo parco solare

Secondo i dati pubblicati dalla società guidata da Elon Musk, Tesla Megapck sono mega batterie agli ioni di litio in grado di immagazzinare fino a 3 MWh, megawattora con una capacità inverter di 1,5 MW. Sono progettate per essere installate in prossimità di centrali elettriche a emissioni zero, come alternativa agli impianti di potenza o di backup per le reti elettriche locali.

Il progetto di Apple in fase di realizzazione prevede per il parco solare di California Flats un impianto in grado di immagazzinare 240 megawattora, sufficienti per alimentare oltre 7.000 abitazioni per un giorno: parte dell’energia immagazzinata verrà utilizzata per alimentare Apple Park. I documenti del progetto, scoperti da The Verge, indicano che Apple impiegherà 85 Tesla Megapack.

Apple userà Tesla Megapack nel suo parco solare

Confermate anche le dichiarazioni di Apple relative a uno dei più grandi progetti di batterie e stoccaggio degli USA. Questo anche se Tesla ha già realizzato installazioni più grandi dei 60MW in arrivo per Cupertino, come per esempio gli impianti Tesla Megapack realizzati in Australia e a Huston in Texas.

Nonostante questa operazione, i rapporti tra Apple e Tesla non sono sempre stati positivi. Negli scorsi anni le due società hanno fatto a gara per assumere i migliori ingegneri nel campo delle auto elettriche, software, intelligenza artificiale, generando una competizione nelle assunzioni con relativa migrazione di figure specializzate da una multinazionale all’altra. Elon Musk arrivò a dichiarare «Apple è il cimitero di Tesla» indicando che Cupertino era in grado solamente di assumere figure licenziate dal costruttore di auto. Più recentemente Musk ha raccontato che Tim Cook e Apple rifiutarano di incontrarlo per una ipotesi di cessione di Tesla a Cupertino.

Offerte Speciali

macbook pro 16 in sconto su amazon

MacBook Pro M1 16 da 512 GB, risparmio di 450 € spedito subito

Su Amazon comprate in sconto di 450 euro il MacBook Pro 16" con processore M1 da 52 GB. Ribasso del 16% e pagamento a rate senza interessi né garanzie e spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial