Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Apple vuole sapere se i dipendenti sono vaccinati

Apple vuole sapere se i dipendenti sono vaccinati

Apple vuole che i suoi luoghi di lavoro siano sicuri e per raggiungere questo scopo sostiene di aver bisogno di sapere se i suoi dipendenti sono vaccinati contro il COVID-19 oppure no. Da qualche giorno l’azienda ha infatti cominciato a chiedere di fornire questa informazione a tutti quelli che lavorano negli Stati Uniti entro metà settembre, sia per chi si reca in ufficio sia per chi invece ancora sta lavorando da remoto.

Nella lettera inviata di recente, Apple scrive che il suo obiettivo è quello di mantenere «in salute i membri del team, i loro amici, le loro famiglie e l’intera comunità» ma, come dicevamo, tra i traguardi c’è anche quello di creare un ambiente di lavoro privo di virus. «E’ possibile che il tuo stato di vaccinazione possa essere utilizzato in maniera identificabile insieme ad altre informazioni sul tuo ambiente di lavoro – come l’ubicazione dell’edificio – qualora determinassimo o ritenessimo necessario che queste informazioni possano garantire un ambiente di lavoro sano e sicuro».

Fino ad oggi infatti i dati relativi alle vaccinazioni erano mantenuti riservati anche agli occhi dei manager ma ciò, come si legge nella nota condivisa da Bloomberg, sta per cambiare. Le Big Tech come Google e Facebook hanno già imposto la vaccinazione contro il COVID-19 ai propri dipendenti, mentre Apple fino ad ora non lo ha fatto: la scorsa settimana, dopo che il vaccino di Pfizer ha ricevuto l’approvazione da parte della FDA in USA, l’azienda ha iniziato a spingere i propri dipendenti verso la vaccinazione, ma per il momento lo sta facendo senza alcuna imposizione nonostante le leggi statunitensi, a fronte di tale approvazione, lo consentirebbero.

apple dipendenti vaccinati

Apple ha lanciato anche una pagina web interna per i dipendenti attraverso la quale promuove la vaccinazione e occasionamente invia alcuni promemoria e tiene colloqui interni a favore di questa scelta. L’azienda offre anche voucher tramite Walgreens (dopo la CVS Health è la seconda catena più grande di farmacie degli Stati Uniti, ndr) e mette a disposizione vaccinazioni in loco nella nella Bay Area di San Francisco e ad Austin in Texas, oltre a rendere disponibili permessi retribuiti per gli appuntamenti per i vaccini, così come il congedo per malattia retribuito per coloro che sviluppano effetti collaterali a seguito della loro somministrazione.

La richiesta di notificare l’avvenuta vaccinazione arriva in un momento cruciale per Apple, che sta cercando di determinare come e quando i dipendenti potranno fisicamente tornare al lavoro negli uffici. In precedenza si era deciso di farli rientrare in ufficio per tre giorni a settimana a partire da settembre ma, a causa della variante Delta, questa opzione è stata posticipata a gennaio 2022.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità