Home iPhonia Apple Watch Apple Watch dalla A alla Zeta: un dizionario per conoscerlo meglio

Apple Watch dalla A alla Zeta: un dizionario per conoscerlo meglio

Apple Watch è arrivato. Per conoscerlo meglio o per un primo contatto con l’orologio marchiato Mela Morsicata, Macitynet propone un mini-dizionario in cui presenta, a chi non pretende di conoscere i segreti dello smartwatch di Cupertino ma è invece alla ricerca di una guida semplice, Apple Watch. L’orologio più atteso di sempre, le sue funzioni, il suo sistema operativo, i termini che sentirete spesso ripetere: una selezione di parole che aiutano a definire l’ultimo prodotto firmato Apple, dalla A alla Zeta.

A come App

Le app sono una parte fondamentale di Apple Watch: non ci sarebbe neanche bisogno di dirlo. Apple Watch offre delle app “native”, disponibili all’utilizzo già dalla prima accensione dell’orologio, e delle app che invece vengono proposte sullo Store (oltre 6mila le app disponibili). Tra le app già disponibili su tutti gli orologi marchiati Mela morsicata: Mail, Messaggi, Mappe, Siri, Musica, Passbook, Attività e Allenamento, Mirino Fotocamera, Telecomando, Meteo, Borsa, Foto, Sveglia, Cronometro, Timer, Ore Locali e, naturalmente, Impostazioni. Ricordiamo che le applicazioni hanno, per ora (con Apple Watch OS 2 le cose cambieranno), una gestione logica su iPhone che deve quindi essere collocato nei pressi per dare alle app la loro funzionalità.

iphone 6 apple watch 700

B come batteria

La batteria di Apple Watch dura fino a 18 ore, ma naturalmente, come per tutti i dispositivi portatili, varia molto in base al tipo di utilizzo che se ne fa (secondo i test di Apple la batteria può durare tra le 3 e le 72 ore). Si può caricare di notte, a fine giornata, con un connettore magnetico che si aggancia anche se non è perfettamente allineato (comodo al buio) e che sfrutta la ricarica a induzione.

caricatore di apple watch 620

C come Complicazioni

Le complicazioni sono un concetto comune in orologeria: si tratta di quelle funzioni aggiuntive oltre alla dettatura dell’ora, come calendari e cronografi. In Apple Watch il concetto viene ripreso e modernizzato. Le complicazioni si aggiungono modificando le facce di Apple Watch; nel quadrante abbiamo così la possibilità di aggiungere funzioni come l’ora del sorgere del sole, l’autonomia della batteria, il progresso dei target dell’attività fisica. In futuro potrebbero arrivarne di nuove di complicazioni, utili a prendere maggiormente il controllo di quel che Apple Watch può fare.

apple-watch-activity-app

D come Digital Crown o Corona Digitale

E’ attraverso la Digital Crown, la corona digitale, che l’utente può interagire con il dispositivo. La corona – quella rotellina che negli orologi meccanici viene utilizzata per impostare data, ora e per caricare la molla – è stata trasformata da Apple in un sistema unico di controllo dell’orologio marchiato Mela morsicata: consente di ingrandire gli elementi sul display e spostarsi tra gli elementi, siano essi foto, elenchi, documenti, in modo semplice su uno schermo così piccolo.

Apple Watch Edition

F come Force Touch

I tap non sono tutti uguali: un tap leggero o un tap forte hanno significati diversi per Apple Watch grazie alla nuova funzione Force Touch che utilizza i piccoli elettrodi intorno alla superficie flessibile del display per distinguere la pressione dei diversi tap e accedere a comandi differenti. Con un tap deciso si possono aprire i controlli aggiuntivi, scegliere tra i quadranti, mettere in pausa gli allenamenti, fare ricerche, mentre sfiorando con leggerezza il display appaiono le app più utilizzate.

Apple-Watch-sensitive-tap

 

H come Home

Apple Watch può essere utilizzato come gestore di un sistema domotico completo. Per farlo basterà interagire con display e dare comandi con la voce. In attesa di HomeKit di Apple, si possono già controllare oltre 1200 periferiche disponibili con protocollo Z-wave.

apple watch domotics

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,819FollowerSegui