Avantree DAC, il convertitore digitale-analogico per il salotto

Macitynet prova Avantree DAC01, un dispositivo che converte gli ingressi coassiali o digitali in uscite stereo analogiche: è l’ideale per collegare amplificatori, lettori DVD e Blu-Ray al televisore ma non solo

Avantree DAC

Avantree DAC01 è un valido alleato di chi vuole collegare un amplificatore, un lettore DVD o un’altra periferica audio al televisore di casa. Si tratta infatti di un accessorio fondamentale in quanto elimina qualsiasi limite legato alla compatibilità di ingressi e uscite: può infatti convertire gli ingressi coassiali o digitali in uscite stereo analogiche senza compromettere la qualità audio finale delle varie parti collegate.

Com’è fatto

Costruttivamente c’è poco da lamentarsi: è molto compatto (8.4 x 6.2 x 2.3 centimetri) e la cassa è realizzata interamente in metallo spazzolato. Ciascuna presa è ben distante dalle altre e contrassegnata dai relativi colori e da un indicazione per riconoscerla a colpo d’occhio.

Nello specifico, sulla facciata frontale c’è l’interruttore per selezionare l’ingresso coassiale o digitale, l’uscita cuffie (jack da 3.5mm) e l’interruttore On/Off integrato in una manopola per la regolazione del volume. Sul retro c’è invece l’ingresso microUSB per l’alimentazione, gli ingressi Ottico e Coassiale (giallo) e l’uscita audio stereo analogica (rosso e bianco).

Prima dell’uso

E’ bene precisare che il DAC in oggetto supporta solamente i segnali audio PCM/LPCMe, non supporta invece il dolby, il DTS o altri segnali surround. E’ perciò importante che l’uscita digitale del dispositivo al quale lo si collega possa essere impostata su PCM/LPCM output onde evitare malfunzionamenti del dispositivo.

Specifiche tecniche

Avantree DAC01 può essere alimentato collegandolo all’apposito alimentatore da 5V incluso in confezione che eroga 1A. Eventualmente si può collegare anche all’uscita USB del televisore oppure a una batteria d’emergenza per un uso sporadico (ad esempio a una festa in giardino per collegare l’impianto audio a un proiettore).

Questo convertitore digitale-analogico opera sulle frequenze di campionamento: 32KHz, 44.1KHz, 48KHz, 96 KHz e 192KHz, fino a 24bits.

Avantree DAC

Esempi di utilizzo

Questo dispositivo si può utilizzare ad esempio per collegare un lettore DVD al televisore. In una delle nostre prove abbiamo collegato l’uscita ottica del TV alla rispettiva presa sul DAC, quest’ultimo (dopo averlo precedentemente alimentato) poi lo abbiamo collegato al lettore DVD tramite il cavo coassiale.

In un’altra occasione abbiamo effettuato lo stesso collegamento ottico scegliendo però l’uscita analogica (bianco e rosso) del DAC per collegare un vecchio impianto audio che avevamo in casa. In una terza prova abbiamo aggiunto anche una cuffia collegandola all’uscita audio frontale.

Il sistema funziona molto bene. Non abbiamo mai notato ritardi o sbalzi di segnale nella trasmissione, che avviene sempre lineare e pulita. Ci è piaciuta la possibilità di poter sfruttare entrambe le uscite (bianco e rosso e quella cuffie davanti) per ascoltare lo stesso flusso audio su due dispositivi diversi, ad esempio riutilizzando un vecchio impianto stereo collegato al nuovo televisore (dotato unicamente di uscita ottica) per film e serie TV e portare occasionalmente lo stesso segnale audio anche su una cuffia con filo.

Avantree DAC

Conclusioni

Si tratta di una soluzione robusta e pratica per trasformare un qualsiasi segnale digitale in analogico (ma non viceversa), quindi per collegare televisori Smart o periferiche di nuova generazione a sistemi audio di qualsiasi genere. Ci è piaciuta perché il convertitore è molto compatto e davvero facile da utilizzare, con indicazioni chiare per input e output tanto da non permetterci di ignorare il manuale utente.

Prezzo al pubblico

Avantree DAC è in vendita su Amazon per 29,99 euro.