Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Futuroscopio » BlackBerry Assistant, anche Blackberry avrà il suo Siri

BlackBerry Assistant, anche Blackberry avrà il suo Siri

Dopo Siri, Google Now e Cortana, tocca ora a Blackberry presentare il suo Blackberry Assistant, l’assistente vocale personale che farà il suo debutto sui dispositivi dell’azienda Canadese, fra cui il Blackberry Passport, prossimo smartphone di punta in arrivo il prossimo autunno. BlackBerry Assistant dovrebbe essere parte del sistema operativo BlackBerry 10.3  offre molte delle stesse funzioni che si trovano in assistenti virtuali delle altre piattaforme. Si può cercare nella posta elettronica e calendario appuntamenti, cercare sul web o social network, ed eseguire azioni come la composizione e l’invio di email o la creazione di voci di calendario. Tutte le sue funzioni possono essere controllate con la voce, e BlackBerry dice che “sarete piacevolmente sorpresi della precisione di BlackBerry Assistant nel riconoscere le vostre richieste.” Alcuni degli esempi forniti dalla società riguardano la disattivazione della app torcia app con comandi vocali, la lettura di messaggi e la segnalazione di messaggio non letto senza dover utilizzare la tastiera.

Il sistema è progettato per migliorare man mano che lo si utilizza, cosa che Microsoft promette anche con la sua assistente Cortana su Windows Phone ma è anche possibile modificare le notifiche basate su appuntamenti del calendario e gli orari di riunione. Non è chiaro se BlackBerry Assistant avrà un po’ di personalità, come Siri o Cortana, o se sarà più robotico nelle sue risposte come Google Now. Infine BlackBerry Assistant sfrutta anche la tastiera fisica del Passport, che permette di eseguire azioni digitando direttamente dalla schermata principale, molto simile all’implementazione presente ai tempi sui Palm con webOS, che permettevano di inviare tweet, inviare messaggi, cercare sul web, e molto altro, senza mai entrare in una app specifica.

Al momento, per quanto promettente, è difficile scorgere un futuro roseo per l’azienda: le quote di mercato sono ormai molto risicate e sarà un’impresa titanica per l’azienda riuscire a risalire un pendio sempre più scosceso.

blackberry-passport-assistant_blackphone

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità