Brunelleschi, un freeware per la restituzione prospettica assistita

Un software in grado di aiutarvi nella restituzione prospettica elaborato come progetto di ricerca dall’Architetto Francesco Vinci vi permette, partendo da una immagine e da un misura nota di ricostruire in 3D elementi e complessi architettonici di qualsiasi dimensione e importanza in termini di poligoni.

Accompagnato da un filmato esplicativo che vi invitiamo a scaricare, Brunelleschi è un software gratuito (richiede semplicemente un condice di autorizzazione) disponibile anche in modalità  demo (funzioni di misurazione, salvataggio ed esportazione non abilitate)

Brunelleschi è stato integralmente sviluppato dall’architetto Francesco Vinci nel triennio di Dottorato di Ricerca in “Teoria e Storia della Rappresentazione” coordinato dal prof. arch. Giuseppe Pagnano alla Facoltà  di Architettura di Siracusa.

Il nome scelto, Brunelleschi, è evocatore di prospettiva e della scientificità  di questo metodo di rappresentazione: non è stato sviluppato come applicativo “invadente”, basato prevalentemente su automatismi gestiti direttamente dal software e poco controllabili dall’utente finale, bensì come strumento affidato alla guida sapiente di chi se ne vorrà  servire, una sorta “pantografo” della restituzione prospettica; a partire da un’immagine digitale, acquisita tramite scanner o altro dispositivo, sarà  compito dell’operatore sintetizzare e individuare, sulla veduta prospettica, dapprima l’orientamento della prospettiva, successivamente gli elementi geometrici -linee, piani, volumi- che il programma si occuperà  di “restituire” nella loro forma “reale” attraverso un modello tridimensionale digitale.

Lo sviluppo del software Brunelleschi è stato basato sul continuo confronto e sperimentazione su prospettive scientifiche, di cui era nota quanto meno la pianta, o proiezione orizzontale, attraverso la verifica della corrispondenza di questa con la proiezione di Monge dal modello tridimensionale “restituito” dal software.

Il linguaggio di programmazione utilizzato, RealBasic, è del tipo object-oriented ed event-driven, ha il vantaggio di compilare applicativi multipiattaforma, ed inoltre offre un metodo di sviluppo attraverso il quale ciascuna parte del software, che si occupa di una specifica funzione, costituisce un modulo integrato con gli altri ma distinto e separato, così da poter essere facilmente oggetto di revisione o modifica, e favorire una costante ottimizzazione del codice.
Il risultato finale dello studio e del lavoro svolto, Brunelleschi, è, o può essere, allo stato attuale, oggetto di ulteriori perscorsi di sviluppo, miglioramento, accrescimento delle sue stesse potenzialità , così come strumento di ricerca e di analisi grafica sulle rappresentazioni prospettiche.

Come già  detto lo sviluppo è stato eseguito con l’ambiente di sviluppo RealBasic (v.5.5 e 2007r1) su piattaforma Apple PowerMac G4 (hardware dual cpu 1.4ghz, sistema operativo Mac OS X 10.4.8), così come la breve, -per motivi contingenti- seppur accurata fase di testing del software.
Brunelleschi è pertanto da considerarsi un applicativo stabile ma in fase “beta” di sviluppo, e i requisiti minimi di sistema riportati di seguito puramente indicativi, data l’impossibilità  di verificare il corretto funzionamento del software su molteplici configurazioni di computer-system.

Apple Mac OS X
Qualsiasi Apple Macintosh con processore PowerPC G3, G4, G5 o Intel Core Duo, spazio libero su disco 500 Mb, memoria RAM libera 128 Mb, risoluzione monitor 1024×768 punti o superiore, profondità  di colore 24 bit (milioni di colori).
Sistema Mac OS X 10.2 o superiore, Apple QuickTime 5 o superiore, Quesa Lib (inclusa nell’archivio).

Microsoft Windows
Qualsiasi hardware con processore Intel o AMD a 500mhz o superiore, spazio libero su disco 500 Mb, memoria RAM libera 128 Mb, risoluzione monitor 1024×768 punti o superiore, profondità  di colore 24 bit (milioni di colori).
Sistema Microsoft Windows 98/ME/2000/XP/2003, Apple QuickTime 5 o superiore, Quesa Lib (inclusa nell’archivio).

Per scaricare il software, il manuale (incluso nel testo della tesi) e il filmato dimostrativo partite da
questa pagina.