Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Foto, Video e Audio Digitale » Photoshop per Chrome OS si userà in streaming da Creative Cloud

Photoshop per Chrome OS si userà in streaming da Creative Cloud

Uno dei grandi limiti di Chrome OS è l’assenza di applicazioni chiave per molti professionisti, essendo il software per il sistema operativo di Mountain View “impacchettato” direttamente nel browser. Questo limite presto potrebbe diventare un vantaggio se ha ragione chi sostiene che nel futuro anche tutto il software sarà “nella nuvola”. Adobe probabilmente è fra questi: l’azienda ha infatti annunciato la nascita di Project Photoshop Streaming, progetto  che permetterà agli utenti Chromebook di accedere al popolare software di fotoritocco direttamente dal browser, senza dover procedere ad alcuna installazione aggiuntiva.

L’annuncio è roboante ma in realtà non si tratta del Photoshop vero e proprio ma di una versione limitata, non quanto la release per iOS o Android, ma con varie vincoli. Si tratta al momento di un progetto beta dedicato agli utenti nordamericani della Creative Cloud che lavorano nel campo education. L’applicazione sarà utilizzabile sfruttando una modalità che la software house definisce in ”streaming”; l’applicazione vera e propria gira su server cloud e permetterà di sfruttare account Google Drive, rendendo possibile l’editing di file caricati sul servizio in questione.

In futuro servizi di questo tipo potrebbero rendere la produttività universale: file e programmi saranno raggiungibili direttamente sulla nuvola e basterà un semplice browser per essere produttivi, senza dove trasferire file e librerie. Il problema principale sarà la necessità di usare connessioni con larghezza di banda adeguata (la software house non lo dice ma serve una connessione da 5 Mb al secondo con latenze massime con il server di 250 ms). L’applicazione in streaming sarà usabile anche dal browser Chrome (al momento solo sulla versione per Windows).

Photoshop in streaming non potrà sfruttare caratteristiche specifiche delle GPU presenti sul computer dell’utente, non potrà essere sfruttato per acquisire direttamente immagini da scanner e non potrà stampare sulle stampanti locali. Si tratta di limitazioni comprensibili e bisogna in ogni caso tenere presente che si tratta di un progetto allo stato iniziale. A chi teme che Adobe possa un giorno costringere gli utenti a lavorare solo ed esclusivamente sul cloud, la software house assicura che i prodotti della Creative Cloud continueranno anche in futuro a essere offerti in download.

photoshoppixel

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB, sconto del 20% e prezzo di solo 699€

Su Amazon torna in sconto e al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 699 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità