Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Tutorial e FAQ » Come trovare una ricetta scattando una foto con iPhone iOS 17

Come trovare una ricetta scattando una foto con iPhone iOS 17

Se fate vedere all’iPhone cosa mangiate, lui è in grado di trovarvi la ricetta: è il potenziamento introdotto con iOS 17 alla funzione Visual Look Up, che parte da una semplice fotografia per restituire informazioni approfondite su qualunque cosa vi riesca ad individuare.

Tutto quel che sa fare oggi

Ad esempio su iOS 15, versione in cui è apparsa la prima iterazione di questo nuovo servizio, l’iPhone è in grado di individuare razze di cani, piante, opere d’arte famose, libri e punti di riferimento specifici; l’anno scorso con iOS 16 è stata migliorata insegnando agli algoritmi a riconoscere uccelli, insetti, ragni e statue.

Chi invece installa iOS 17 oltre a tutto questo può beneficiare della scansione dei piatti che, qualora vada a buon fine, consente di rintracciarne la ricetta. Ecco come funziona.

Come trovare una ricetta scattando una foto con iPhone iOS 17

Come trovare la ricetta del piatto fotografato

Prima di spiegarvi come usare questa funzione facciamo una precisazione: il sistema al momento funziona soltanto con le fotografie che avete scattato con iPhone, molto probabilmente perché nell’elaborazione dei dati utilizza anche le informazioni raccolte dallo scanner LiDAR riguardo la profondità della scena. Quindi non funziona con le fotografie che trovate sul web o che avete scattato con una reflex o altri telefoni.

  1. Aprite la fotocamera e scattate la foto alla portata che avete davanti (se la foto cel’avete già, saltate direttamente al punto 2)
  2. Dall’app Foto aprite la fotografia del piatto in questione
  3. Se all’icona (i) in basso a destra vedrete comparire delle stelline, l’operazione è compiuta: il cibo è stato identificato (andate al punto 4)
  4. Cliccate sopra l’icona (i)
  5. Cliccate su Cerca info su Cibo

A quel punto il sistema vi restituisce una serie di approfondimenti riguardo l’immagine: se viene soltanto riconosciuto il piatto, vengono segnalate altre fotografie prese dal web in cui compare lo stesso alimento, nel tentativo di aiutarvi a trovare informazioni aggiuntive. Se invece viene anche individuata la ricetta, allora le troverete in cima ai risultati della ricerca.

La promessa è grande, ma c’è ancora del lavoro da fare

Dopo averla provata con una serie di portate che la nostra redazione ha fotografato nel corso del tempo siamo giunti alla conclusione che ci troviamo di fronte ad un sistema davvero promettente, ma che ha bisogno di essere perfezionato.

Allo stato attuale (stiamo scrivendo l’articolo a fine 2023 e l’ultima versione attualmente in circolazione è iOS 17.1.2) possiamo considerarla una eccellente dimostrazione della cura di Apple nel migliorare il suo sistema operativo attraverso funzioni nuove e innovative, ma emergono una serie di limiti intrinseci che saranno sicuramente migliorati in futuro, altri invece di tipo estrinseco che propongono ostacoli molto difficili da superare.

In base alle nostre prove il sistema funziona molto bene quando il piatto non è troppo complesso nella presentazione ed è costituito da ingredienti prevedibili. Ma nel complesso appare molto limitato, almeno così ci risulta avendolo sottoposto per lo più alla cucina italiana.

Molto spesso infatti non è stato in grado di riconoscere un piatto, e come dargli torto: d’altronde un cuoco, nella sua arte, cerca sempre di metterci un tocco di creatività. Figuriamoci quindi scovarne la ricetta, dove dalla sola immagine molti condimenti potrebbero essere facilmente scambiati per altro (come potrebbe ad esempio sapere se quello che vede è pecorino sardo o caciotta umbra? o se il pesce è anguilla o brodo di pesce al merluzzo?)

Sottoponendolo alla scansione di un piatto di ravioli infatti il sistema non può sapere se dentro il ripieno è ai funghi o al salmone, ed è altrettanto impossibile che riesca a sfornare la ricetta di un piatto mai visto, di quelli che possiamo ad esempio trovare nei ristoranti di cuochi stellati, dove il piatto personalizzato è una routine.

Ma anche in situazioni più comuni, ad esempio in pizzeria, la versione attuale del Visual Look Up di iOS 17 è in grado di dirci che quella è una pizza, ma non riesce a darci la ricetta. E non parliamo soltanto di pizze particolari, come potrebbe esserne una con pomodoro alle tre consistenze e cipolla passata al forno, ma anche la più semplice margherita con salsiccia e basilico viene confusa con qualcosa che neppure ci si avvicina dal punto di vista degli ingredienti.

Coi dolci la situazione ci è parsa persino peggiore perché in nessun caso è stato individuato quello corretto: la maggior parte viene scambiata per un piatto salato, e anche quando gli si sottopone la foto di una fetta di torta Sacher, il sistema ci si avvicina suggerendo “torte super cioccolato” e “torta Lisbona”, ma non la riconosce. Questo nonostante poi, poco sotto, nelle immagini web correlate, la torta Sacher viene invece correttamente individuata.

Al momento ci sembra di capire che la funzione riesce ad individuare i piatti ragionando per similitudine: ad esempio con la frittura di calamari va perfettamente a segno; con piatti particolari, come la foto di una Tajine (che è un piatto marocchino) riesce ad inserirlo tra le foto correlate, ma non trova la ricetta.

Nove volte su dieci ne sa più chi sta mangiando e questo del resto è normalissimo, soprattutto con la nostra cucina e in particolare con quella di un certo livello. L’esercizio a cui viene sottoposta l’IA è davvero complicato, ma non c’è dubbio che nel corso del suo sviluppo possa essere migliorata rendendo il sistema molto più preciso.

Altre guide…

Lo sapevate che su Macitynet trovate centinaia di altri tutorial su iPhone, iPad, ma anche su Mac e Apple Watch? Vi basta cliccare sul nome del dispositivo che vi interessa per sfogliarli tutti selezionando poi quelli che desiderate leggere. Tutti i tutorial per iOS 17 sono nella sezione dedicata al sistema operativo e ai suoi aggiornamenti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità