HomeMacityInternetCovid-19, cybercriminali hanno falsificato alcuni dati sui vaccini prima di diffonderli online

Covid-19, cybercriminali hanno falsificato alcuni dati sui vaccini prima di diffonderli online

Alcuni cybercriminali hanno rubato informazioni sui vaccini COVID-19 in un attacco sferrato nei confronti delll’Agenzia Medica europea; questi dati sono stati manipolati prima di essere stati pubblicati online allo scopo di diffondere disinformazione e minare la fiducia nei vaccini.

Il cyberattacco è il secondo che ha colpito l’European Medicines Agency (EMA); quest’ultima ha rivelato che i cybercriminali sono riusciti ad avere accesso ad email interne riservate nelle quali erano indicate procedure di valutazione per i vaccini COVID-19.

Da una inchiesta tuttora in corso emerge che i contenuti di alcune mail sono stati manipolati per portare a termine un attacco che sembrerebbe avere lo scopo di creare sfiducia diffondendo disinformazioni sui vaccini.

“Parte della corrispondenza è stata manipolata dai responsabili dell’attacco prima della pubblicazione”, evidenziando che la diffusione di notizie false “potrebbe minare la fiducia nei vaccini”.

Johnson & Johnson dice che le aziende che si occupano di ricerca sono costantemente attaccate da cybercriminali

Non è chiaro chi siano gli autori del cyberattacco all’EMA e perché avrebbero manipolato questi dati. Le teorie senza fondamento dei novax nelle quali si parla di complotti e altre assurdità, rappresentano da tempo un problema; i social consentono di fare da cassa di risonanza ad una marea infinita di sciocchezze e sono un terreno fertile per la crescita e lo sviluppo della sfiducia nelle competenze di medici e scienziati.

Il National Cyber Security Centre del Regno Unito, Microsoft e l’Organizzazione mondiale della sanità, sono alcune delle realtà che hanno segnalato il pericolo di gruppi di cybercriminali che hanno come target sistemi sanitari, case farmaceutiche, università e altre organizzazioni coinvolte nello sviluppo e distribuzione dei vaccini contro il COVID-19.

Johnson & Johnson, una della società farmaceutiche che si occupano di ricerca e sviluppo di vaccini per il COVID-19, ha riferito che varie organizzazioni sanitarie sono costantemente sotto attacco da parte cybercriminali che operano per conto di Stati-Nazioni che cercando “ogni singolo minuto di ogni giornata” di sferrare attacchi informatici.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano della pandemia coronavirus e degli impatti sul mondo della tecnologia, del lavoro e della scuola a distanza, oltre che sulle soluzioni per comunicare da remoto si parte da questa pagina.

Per tutte le notizie sulla sicurezza informatica vi rimandiamo a questa sezione di macitynet.

Offerte Speciali

macbook pro 16 in sconto su amazon

MacBook Pro M1 16 da 512 GB torna al minimo a 2399 € ed è spedito subito

Su Amazon comprate in sconto di 450 euro il MacBook Pro 16" con processore M1 da 52 GB. Ribasso del 16% e pagamento a rate senza interessi né garanzie e spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial