Disponibile RapidWeaver 8, app Mac per creare siti web senza programmare

Pronta la nuova versione di RapidWeaver, applicazione Mac che consente di creare siti web anche senza sapere programmare.

RapidWeaver

Gli sviluppatori di Realmac hanno presentato RapidWeaver 8, ultima versione dell’applicazione Mac che consente di creare siti web senza programmare.

Tra le novità di questa versione il simulatore di dispositivi che mostra in anteprima com’è visualizzato un sito web su iPhone, iPad, Mac e altri device. Ora è possibile cercare e usare foto da grandi archivi fotografici royalty free, è stato integrato un generatore di icone web con il quale creare le favicon con il drag&drop. Di particolare interesse anche il supporto che consente di aggiungere gli Open Graph di Facebook (il modo con cui il social in questione legge i post che condividiamo, per poi mostrarli su FB insieme alla sua immagine e alla sua descrizione).

Rapidwevaer 8

Gli sviluppatori hanno integrato un editor htaccess, utile per lavorare con i servizi hosting: un file di configurazione del webserver Apache che, posto in una directory del servizio hosting, viene rilevato e consultato da Apache, per abilitare o disabilitare determinate funzionalità aggiuntive che il webserver è in grado di offrire agli amministratori.

I temi dell’applicazione sono ora 100% “GDPR Compliant”, conformi al Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati entrato in vigore da maggio di quest’anno. Sono state integrate migliorie nell’interfaccia, è stato integrato un nuovo Addons Manager (per attivare, disattivare e gestire temi, plugin e stacks), sono presenti cinque nuovi temi di serie, è stato integrato un Resources Manager per gestire gli asset di un progetto, è stato migliorato lo Snippets Manager ed è possibile cambiare al volo la lingua di un sito (sono supportate anche le lingue con layout da destra verso sinistra). Altre piccole novità sono la funzione per la creazione della notifica per la privacy la prima volta che un utente arriva nel nostro sito e il supporto per la Dark Mode (funzionalità in arrivo).

Per i più esperti, in RapidWeaver sono presenti funzioni che consentono di formattare il testo usando il Markdown, un sistema di salvataggio automatico e versioning (per tornare indietro a precedenti versioni di un progetto), funzionalità per la scrittura di codice HTML, CSS, Javascript su ogni pagina. È supportata la modalità a tutto schermo, è possibile sfruttare temi di tipo responsive (adattando un sito a schermi di differenti dimensioni), sfruttare Stili mastro (da creare una volta e applicare alle pagine seguenti).

Nel momento in cui scriviamo RapidWeaver 8 è venduto 79$ direttamente sul sito dello sviluppatore e la licenza è utilizzabile su cinque Mac. L’aggiornamento dalla versione precedente costa 59$. L’applicazione funziona con macOS 10.11 e seguenti. Nel momento in cui scriviamo sull’App Store è disponibile la versione 7 venduta 43,99 euro. Altri dettagli a questo indirizzo.