Epic non vuole sospensioni per l’ordinanza che modifica regole dell’App Store

Epic si oppone alla sospensione che Apple ha richiesto relativamente a modifiche da apportare all’App Store, affermando che la Casa di Cupertino non ha fatto abbastanza per dimostrare legalmente che tali modifiche comportino danni irrimediabili, anche se temporanei.

A settembre di quest’anno, con la sentenza della giudice Yvonne Gonzalez Rogers è stato stabilito che Apple non può vietare agli sviluppatori di includere nelle loro app pulsanti, link esterni o altri inviti all’azione che indirizzano gli utenti verso meccanismi di acquisto esterni alla piattaforma, e in pratica è stato stabilito con una ingiunzione che le app per iOS possono indirizzare gli utenti a opzioni di pagamento esterne oltre a quelle offerte da Apple per gli acquisti in-app.

A inizio ottobre Apple ha deciso di ricorrere all’appello, chiedendo alla Corte di sospendere l’ingiunzione, fino a quando gli appelli presentati sia da Apple, sia da Epic, non verranno risolti.

Secondo Epic Games “è di pubblico interesse” negare l’appello a Apple e a suo modo di vedere l’ingiunzione è l’unico modo per ottenere tutela efficace dinanzi alla giurisdizione. E ancora, riferisce Appleinsider,  “la storia dimostra che, in assenza di un’ingiunzione, Apple non apporterà nessun cambiamento”.

Epic Games vuole obbligare Apple a ripubblicare Fortnite su App Store

Il tribunale dovrebbe decidere in merito alla richiesta di appello di Apple nel corso di un’udienza prevista per il 9 novembre. Apple ha nel frattempo già modificato alcune linee-guida, offrendo ad esempio ora la possibilità di indicare agli utenti di app prezzi meno cari rispetto a quelli praticati sull’App Store per gli abbonamenti ad alcuni servizi, e anche la possibilità di chiedere all’utente dettagli di contatto, permettendo di contattare gli utenti direttamente (con il loro consenso).

La diatriba di Epic Games contro Apple è iniziata con l‘introduzione in Fortnite di un sistema di pagamenti diretto vietato dalle regole di App Store, ma anche dal regolamento di Google Play Store: il gioco è stato espulso da entrambi i negozi digitali. Tutti gli sviluppi della vicenda sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

Tim Cook prevede difficoltà di approvvigionamento di iMac e iPad

Amazon sconta del 17% l’iMac, solo 1499 €

iMac M1 CPU 8 core e GPU 8 disponibile con sconto. Risparmio di 310€ grazie ad un ribasso del 17%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità