Esploriamo la Città  Proibita di Pechino con il Mac

La Città  Proibita di Pechino, l'immensa residenza dell'imperatore cinese è ora a disposizione dei turisti virtuali grazie a un progetto del Museo del Palazzo e di IBM. Esplorazione 3D anche per i sistemi Mac per un progetto che ha richiesto oltre 3 anni di sviluppo e un investimento di 3miloioni di dollari. Storia, cultura e musica cinese per una immersione totale nella vita di palazzo.

A partire da oggi una ricostruzione 3D della Città  Proibita di Pechino permette di visitare l’immenso palazzo imperiale cinese comodamente seduti davanti al nostro Mac.

I visitatori virtuali possono scegliere di vestire i panni di 9 figure storiche di palazzo e, a differenza di Second Life, non sarà  possibile volare ma solo camminare, questo per non distrarre gli altri visitatori. Il progetto IBM battezzato “Beyond Space and Time”, oltre lo spazio e il tempo, è stato concepito per offrire una immersione completa nel periodo storico, rispettando la fedeltà  alle tradizioni e alla cultura cinese dell’epoca, compresi i costumi di corte.

Il progetto sviluppato dal Museo del Palazzo in collaborazione con IBM ha richiesto oltre 3 anni di lavoro e una somma complessiva di 3milioni di dollari. Per il tour virtuale nella città  proibita occorre scaricare un file di 275 MB a partire da questa pagina, prima però assicuriamoci che il nostro Mac risponda a tutti i requisiti tecnici.

Occorre un processore G4 da 1,2 GHz oppure una macchina con CPU Intel, 1 GB di memoria RAM, 2 GB di spazio libero sul disco fisso, infine una scheda video 3D con 128 MB di RAM. E’ possibile visitare il palazzo in completa libertà  oppure utilizzando alcune delle guide virtuali disponibili, infine accedere come ospite oppure creando un account. Per gli utenti registrati è possibile accedere alla community, scambiare informazioni e note di ricerca con altri appassionati della cultura cinese.