Facebook ha rimosso oltre 2 miliardi di profili falsi nel primo trimestre dell’anno

Numeri record per la storia del social: nei sei mesi dall’ottobre 2018 al marzo 2019, Facebook ha chiuso più di tre miliardi di profili finti. Rimossi più di sette milioni di post contenenti incitamento all’odio.

Facebook

Facebook riferisce di avere rimosso 2,19 miliardi di profili falsi nel primo trimestre del 2019. I numeri sono riportati nel terzo rapporto aziendale noto come Community Standards Enforcement Report.

Stando a quanto riportato in questo rapporto, Facebook ha bannato 1.2 miliari di account fake nell’ultimo trimestre del 2018. I numeri sono più che raddoppiati nel trimestre successivo, riferendo che sono statti rimossi anche più di sette milioni di post con contenuti che incitano all’odio (i cosiddetti “hate speech”). Sia per quanto riguarda i profili, sia per il numero di post eliminati, si tratta di numeri da record per la storia del social.

Guy Rosen, Vice President Integrity di Facebook, riferisce che secondo l’azienda il 5% di utenti attivi mensilmente lo fa con account fake. “La quantità di account per i quali prendiamo provvedimenti è cresciuta per via di attacchi automatizzati da parte di malintenzionati che cercano di creare grandi quantità di account contemporaneamente”.

Nel primo trimestre dell’anno Facebook ha rimosso oltre 2 miliardi di profili falsi

Nel report si evidenziano violazioni alle regole del social come su temi quali: nudità, sesso, bullismo, vessazioni, pedopornogrfafia, sfruttamento sessuale di minori, account falsi, discorsi di incitamento all’odio, vendita di prodotti, spam, propaganda terroristica, violenza e contenuti grafici inadatti. Secondo Rosen, ora Facebook è in grado di individuare in modo proattivo il 95% dei contenuti per i quali ritiene necessario intervenire per quanto riguarda sei delle aree prima indicate. La percentuale è del 65% per quanto riguarda post contenenti incitamento all’odio, in aumento del 24% rispetto allo scorso anno. Nel solo primo trimestre del 2019 Facebook ha rimosso un totale di 4 milioni di post con “hate speech”.

Nel primo trimestre dell’anno Facebook ha rimosso oltre 2 miliardi di profili falsi

Facebook ha compiuto negli ultimi periodi numerosi passi falsi. Lo scandalo Cambridge Analytica è solo la punta dell’iceberg di tante, troppe problematiche collegate al social. Il CEO ha promesso più controlli e sicurezza ma c’è anche chi, come, Chris Hughes – la persona che aiutò Mark Zuckerberg a creare quello che poi è diventato il social network più grande al mondo – è convinto che il gruppo Facebook vada smantellato, perché diventato troppo potente e pericoloso.