Fitbit Charge 3 debutta in Europa, presa di contatto e foto da IFA

Fitbit Charge 3 debutta in Europa a IFA 2018. La smartband per attività, salute, fitness e sport migliora sotto ogni punto di vista. Funzioni, autonomia, design e qualità degli accessori compiono un balzo in avanti

fitbit charge3 ifa18 21

Il nuovo Fitbit Charge 3 è stato annunciato in agosto ma il suo primo vero debutto in Europa, in vista dell’arrivo anche in Italia, avviene a Berlino in occasione di IFA 2018. Durante la kermesse di Berlino Macitynet ha intervistato Dennis Hsu, Product Marketing Director Fitbit US: il manager ha illustrato le numerose novità hardware e funzionali della smartband di ultima generazione.

Nulla è stato tralasciato: praticamente ogni aspetto, dettaglio e funzione è stato rivisto e migliorato. La plastica è stata abbandonata sia per lo chassis che per la protezione dello schermo, sostituiti rispettivamente da alluminio e vetro speciale rinforzato Gorilla Glass 3.

Lo schermo non solo è più grande ma è anche migliorato: prima si gestiva con tap, ora invece offre visione più nitida e controllo con touch in tutte le direzioni per la navigazione.

Sparisce il tasto fisico che lascia spazio a una superficie sensibile al tocco, quindi senza parti meccaniche, abbinata alla vibrazione che restituisce la sensazione dell’avvenuta pressione, sistema molto simile a quello adottato da Apple e che gli utenti di iPhone delle ultime generazioni conoscono benissimo.

Dennis Hsu, Product Marketing Director Fitbit US ha illustrato a Macitynet tutte le grandi novità e miglioramenti apportati a quella che è l’erede di una delle smartband più vendute in assoluto nel mondo. Gli utenti non interessati alle app al polso o non disposti ad affrontare l’acquisto di Apple Watch o di uno smart Watch, puntano alle smartband per questioni di budget, ingombri e autonomia.

Fitbit Charge 3 migliora anche sotto questo punto di vista: ora una sola carica basta per notifiche, monitoraggio attività e sport, rilevamento battito 24 ore al giorno per una intera settimana.

Questo nuovo modello è perfetto anche per chi ama nuotare, perché resiste fino a 50 metri di profondità ed offre funzioni specifiche per rilevare bracciate e allenamenti in acqua. Ma Fitbit si è spinta oltre: ogni singola icona, menu e le animazioni sono stati migliorati, così come è stata ampliata e arricchita la gamma di bracciali e cinturini.

Troviamo i cinturini in pelle Horween (prenotatili a 69,99 euro) di qualità elevata che si ammorbidiscono e migliorano nel tempo come solo la migliore vera pelle può fare, proposti a 69,99 euro in diversi colori, indicati per tutti i giorni, così come per le serate.

fitbit charge3 ifa18 20Ma con il sistema di aggancio e sgancio rapidi è possibile cambiare al volo il look di Fitbit Charge 3 applicando uno dei numerosi Cinturini Classic proposti a 29,99 euro. Qui è possibile scegliere tra una varietà di materiali, colori e texture. Infine con due click è possibile passare a uno dei cinturini Sport, anche questi a 29,99 euro, in grado di resistere a sudore e pioggia, perfetti per gli allenamenti e lo sport.

Fitbit Charge 3 si può già preordinare con consegna in ottobre: si parte da 149,99 euro ma chi è interessato farebbe bene a considerare la versione top. La Special Edition a 169,99 euro con chip NFC per pagamenti contactless via Fit Bit Pay costa solo 20 euro di più ma nella confezione include due cinturini, rendendola così allettante anche per chi non è interessato ai pagamenti contactless. I preordini sono disponibili anche su Amazon.