La fatturazione elettronica è un gioco da ragazzi con FM-FATEL, un generatore di fatture XML per FileMaker

La fatturazione elettronica è un gioco da ragazzi con FM-FATEL, un generatore di fatture XML per FileMaker

L’obbligo di fatturazione elettronica è stato esteso anche alle transazioni tra privati e prevede che le fatture vengano emesse in formato elettronico XML. Una soluzione per chi utilizza FileMaker per la creazione e l’invio delle fatture ai clienti.

FileMaker è un database sfruttato da un numero sterminato di aziende per gestire varie attività: gli strumenti di serie consentono di organizzare contatti, tenere tenete traccia dell’inventario, gestire eventi e molto altro. I database creati con questa piattaforma possono essere trasformati in app utilizzabili su dispositivi mobili, computer, Web e cloud e le funzionalità di personalizzazione permettono a business manager, sviluppatori e professionisti IT di ottimizzare le operazioni e accrescere la produttività.

Per professionisti e aziende che hanno la necessità di creare e inviare fatture ai clienti, gli sviluppatori di SOLinf propongono un interessante generatore di fatture in formato elettronico XML.

L’obbligo di fatturazione elettronica è stato esteso anche alle transazioni tra privati e prevede che le fatture vengano emesse in formato elettronico XML, come da specifiche tecniche fornite dall’Agenzia delle Entrate. Il procedimento prevede l’emissione della fattura in formato XML, l’invio al cliente tramite PEC oppure tramite sistemi di cooperazione applicativa (WebServices, FTP), oppure ancora tramite interfaccia Web, al sistema di interscambio SDI e infine l’archiviazione e conservazione sostitutiva a norma di legge del documento XML.

La fatturazione elettronica è un gioco da ragazzi con FM-FATEL, un generatore di fatture XML per FileMaker

L’azienda SOLinf di Treviso – specializzata nel settore del software-on-demand da più di 30 anni – ha sviluppato FM-FATEL, un modulo che consente di generare le fatture elettroniche in formato XML a partire dai dati delle fatture create con FileMaker. Gli sviluppatori mettono a disposizione un singolo file con estensione .fmp12 che contiene delle tabelle cosiddette di interscambio, che possono essere rese visibili in lettura e scrittura alle applicazioni FileMaker, per tramite di un’origine dati esterna. Queste tabelle raccolgono i dati delle fatture e, tramite una serie di script, effettuano i controlli e preparano un file XML conforme alle specifiche dell’Agenzia delle Entrate.

“I file XML così generati” spiega SOLinf, “potranno essere inviati al sistema di interscambio (SDI) tramite i canali PEC, oppure tramite il portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate, che si occuperà dell’invio e anche della conservazione a norma a titolo gratuito, se sottoscritta la relativa opzione”. Chi dispone già di un servizio di conservazione sostitutiva erogato da terze parti, può utilizzarlo per il medesimo fine, a seconda del tipo di servizio scelto.

Per chi invece desiderasse disporre della completa integrazione gestionale di tutti i processi di fatturazione attiva e passiva, SOLinf è in grado di fornire un servizio di firma, invio, ricezione e conservazione sostitutiva dei documenti fattura, delle ricevute e degli esiti. Questo servizio, opzionale e integrato nella soluzione FM-FATEL, consente di adempiere a tutti gli obblighi di legge in materia di conservazione, in forma automatica.

Il modulo FM-FATEL, comprensivo di firma, invio e conservazione a norma, è compatibile solo con FileMaker 16 e successive versioni. Per ricevere una stima dei costi e metodi di integrazione, maggiori informazioni sono disponibili sul sito di SOLINF SRL (www.solinf.org) e sulla pagina dedicata http://www.solinf.org/fatturazione-elettronica-filemaker-fm-fatel/